Fratelli gemelli russi uccisi lo stesso giorno in Ucraina, Alexei e Anton avevano 29 anni

I Vorobyov sono stati sepolti in bare drappeggiate con bandiere russe a Novocherkassk

Una foto dei due sergenti diffusa dal sito battime.ru
2 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Aprile 2022, 18:51 - Ultimo aggiornamento: 22:48

Due fratelli gemelli russi sono stati uccisi lo stesso giorno in Ucraina. I sergenti Alexei e Anton Vorobyov, entrambi 29 anni, sono stati colpiti dalle forze di Kiev mentre combattevano fianco a fianco il 12 marzo, esattamente tre settimane dopo che le forze di Mosca avevano invaso il Paese. I Vorobyov erano militari della 150a divisione fucilieri, un'unità, riformata nel 2013, tra quelle che ha subito più perdite dall'inizio del conflitto. Alexei e Anton - uno di loro sarebbe dovuto diventare a breve papà - sono stati sepolti in bare drappeggiate con bandiere russe a Novocherkassk, in uno dei centinaia di funerali che si sono svolti in tutta la Russia.

Snake Island, premiato il marinaio del «vaffa» alla nave russa: è tornato a casa dopo uno scambio di prigionieri

Kiev: morti 17.700 soldati russi 

Ammonterebbero a 17.700 le perdite fra le fila russe dal giorno dell'attacco di Putin. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 17.700 uomini, 625 carri armati, 1751 mezzi corazzati, 316 sistemi d'artiglieria, 96 lanciarazzi multipli, 54 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 143 aerei, 131 elicotteri, 1220 autoveicoli, 7 unità navali, 76 cisterne di carburante e 85 droni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA