Francia, Super Green pass in vigore da lunedì. Da febbraio riaperture e stop a obbligo mascherine

Lo ha annunciato il primo ministro, Jean Castex, in diretta tv. Oggi nuovo record di contagi: 525.527

Francia, arriva il Super Green pass: in vigore da lunedì. Oggi oltre 525mila casi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Gennaio 2022, 19:25 - Ultimo aggiornamento: 19:50

Il Green pass "rafforzato" arriva anche in Francia. Il «pass vaccinale» francese entrerà in vigore lunedì prossimo, il 24 gennaio, e prenderà il posto del «pass sanitario», che poteva essere attivato anche senza vaccinazione ma con un tampone negativo. Lo ha annunciato il primo ministro, Jean Castex, in diretta tv. È l'equivalente del nostro Super Green pass. Il certificato sarà usato per accedere alle attività per il tempo libero, ai ristoranti e ai pub, alle fiere, ai seminari e al trasporto pubblico interregionale. La sua introduzione dovrebbe permettere di «eliminare la maggior parte delle restrizioni prese», secondo Castex. 

Francia, con il Super Green pass arrivano le riaperture

Quanto al calendario sulla revoca delle restrizioni, il 2 febbraio verrà eliminato l'obbligo di mascherine all'esterno, l'obbligo di smart working e cadranno i limiti di pubblico negli stadi e nelle sale di spettacolo. Le discoteche, rimaste chiuse dal 10 dicembre, riapriranno i battenti il 16 febbraio. Castex ha aggiunto che da quella data «saranno di nuovo consentite le consumazioni in piedi al bar».

Gran Bretagna, via le restrizioni dal 26 gennaio: tutte le marce indietro (pericolose) di Londra

Al rientro dalle vacanze invernali, a fine febbraio, sarà messo un termine al protocollo sanitario anti-Covid nelle scuole: «17.000 classi sono state chiuse, sono tante - ha detto Castex - ma rappresentano appena il 3,2%. Pensate se avessimo seguito l'idea di alcuni di chiudere il 100% delle classi... Vi lascio immaginare le conseguenze».

Francia, oggi nuovo record di contagi: 525.527 casi

Sono 525.527 i casi di Covid-19 registrati in Francia nelle ultime 24 ore, un nuovo record dall'inizio della pandemia. Lo riferiscono i media francesi. Secondo il sito dell'emittente Bfmtv, che cita il portale Sidep, i dati si riferiscono a lunedì scorso. Il precedente record, di 464.769 infezioni, risaliva a sabato scorso ma era stato reso pubblico solo martedì, con tre giorni di ritardo, a causa di un ritardo tra il momento in cui i tamponi sono stati effettuati e la segnalazione dei risultati.

L'ondata di Omicron in Francia sta iniziando a rallentare «nelle regioni in cui ha iniziato a colpire per prima», in particolare nell'Ile-de-France. Lo ha dichiarato il primo ministro francese, Jean Castex, nel corso di una conferenza stampa nella quale ha spiegato che il numero dei pazienti in terapia intensiva è in diminuzione, mentre la pressione sugli ospedali «resta alta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA