CORONAVIRUS

Macron in diretta tv: picco Covid passato, dal 28 negozi aperti. Niente sci a Natale. Vaccino tra dicembre e gennaio

Martedì 24 Novembre 2020
1
Macron in diretta tv: picco Covid passato, dal 28 negozi aperti. Niente sci a Natale. Vaccino tra dicembre e gennaio

«Abbiamo frenato la circolazione del virus, il picco della seconda ondata è passato», ha detto Emmanuel Macron nel suo atteso intervento in diretta tv ai francesi per annunciare un alleggerimento delle misure di lockdown: i negozi riapriranno a partire dal 28 novembre e dal 15 dicembre ci sarà un ulteriore alleggerimento del "confinamento". Dal 20 torneranno in presenza le lezioni alle scuole superiori. Quanto allo sci«è impensabile sotto Natale», ha detto chiaramente Macron che ha anche annunciato il via alle prime vaccinazioni forse già a fine dicembre. Il presidente ha ringraziato «il civismo» dei francesi: «I nostri sforzi, i vostri sforzi, hanno pagato». 

 

 

Negozi e librerie, sabato la riapertura

Da sabato prossimo riapriranno tutti i negozi e le librerie, ha annunciato Macron. In questa fase rimarrà in vigore l'autocertificazione per uscire, ma sarà possibile allontanarsi fino a 20 km dal proprio domicilio. Dal 15 dicembre non sarà più obbligatoria l'autocertificazione, il lockdown lascerà il posto al coprifuoco dalle 21 alle 7. Il Natale sarà possibile trascorrerlo «in famiglia» ma non saranno vacanze «come le altre». Bar e ristoranti, come le palestre, riapriranno dal 20 gennaio se i contagi saranno sotto i 5.000 giornalieri.

 

Sci, Macron: impensabile a Natale

 

Sull'apertura delle stazioni sciistiche in Francia «è in corso una concertazione con il governo» e anche «con i Paesi vicini», ha spiegato il presidente francese, aggiungendo: «Mi sembra impossibile immaginare un'apertura per le feste. Sarà meglio orientarsi per una riapertura nel corso del mese di gennaio».

Vaccinazioni al via a fine dicembre

«La vaccinazione contro il Covid-19 potrebbe cominciare in Francia tra fine dicembre e inizio gennaio», ha detto inoltre Macron, precisando che «non sarà obbligatoria».

Anche in Francia oltre 50 mila morti

Anche la Francia, dopo l'Italia, ha superato la soglia delle 50.000 vittime di Covid-19. Secondo i dati di Santé Publique, con 454 decessi negli ospedali e il cumulo di 4 giorni di morti in case di riposo e istituti per disabili (551), oggi si è raggiunta la cifra di 50.237 morti dall'inizio della pandemia.

 

 

Ultimo aggiornamento: 25 Novembre, 10:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA