Famiglia sterminata in California, la polizia: «Forse uccisi dall'alga tossica»

Famiglia sterminata in California, la polizia: «Forse uccisi dall'alga tossica»
3 Minuti di Lettura
Sabato 21 Agosto 2021, 11:05 - Ultimo aggiornamento: 22 Agosto, 10:19

I corpi di John Gerrish, di sua moglie Ellen Chung, della figlia di un anno Miju e del cane cane della famiglia Oski, sono stati trovati senza vita martedì scorso nella Sierra National Forest in California, luogo immerso nella foresta di Devil's Gulch, popolare destinazione escursionistica. Parallelamente agli esami autoptici, effettuati per accertare le cause del decesso, come riportano gli investigatori, anche i corsi d'acqua nelle vicinanze sono in fase di test a causa delle fioriture di alghe tossiche

Alga killer a Palidoro: è strage di uccelli in spiaggia

«Non conosciamo la causa... non ci fermeremo finché non lo scopriremo», ha detto lo sceriffo della contea di Mariposa Jeremy Briese al quotidiano Fresno Bee. «Non ci sono indicatori evidenti di come sia successo... hai due adulti sani, hai un bambino sano e quello che sembrava essere un cane sano, tutti deceduti all'interno di una stessa area». Gli investigatori sospettavano che le morti potessero essere collegate alla fuga di gas dalle miniere d'oro abbandonate, ma giovedì Briese sembrava escludere questa possibilità.

«Non credo che sia collegato a una miniera», ha detto. «È frustrante e non ci fermeremo... è devastante per tutti». «Dai primi riscontri, posso affermare che queste fioriture di alghe sono dovute alla recente siccità», ha detto Briese. «Ma non conosco molti dettagli sulla loro tossicità».

Le fioriture di alghe possono produrre «tossine estremamente pericolose che possono ammalare o uccidere persone e animali», ha fatto sapere l'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti. Il mese scorso, il servizio forestale degli Stati Uniti ha pubblicato su Facebook avvisi sulle alghe potenzialmente tossiche nella Sierra National Forest. «[Il parco] vorrebbe informare quei visitatori che amano godersi questa zona ... di non nuotare, guadare o permettere ai loro animali domestici di godersi l'acqua», si legge in un post.

© RIPRODUZIONE RISERVATA