Famiglia reale, chi sale e chi scende: Anna la prediletta, Andrea è a rischio
nella Royal Family cambiano gli equilibri

Famiglia reale, chi sale e chi scende: Anna la prediletta, Andrea è a rischio nella Royal Family cambiano gli equilibri
di Marco Ventura
4 Minuti di Lettura
Domenica 11 Settembre 2022, 01:02 - Ultimo aggiornamento: 13 Settembre, 07:13

Chi sale e chi scende nella famiglia reale? La morte della Regina rimescola le carte e tutti i membri «fanno un passo avanti nella linea di successione al trono», spiega Domenico Savini, storico delle case reali.

Carlo III gli ricorda Edoardo VII, primogenito della Regina Vittoria arrivato al Trono tardi nel 1901, a 60 anni. «Nessuno avrebbe scommesso su di lui, eppure regnò fino al 1911 e fu un ottimo monarca, diede vita alla età edoardiana».

Grazie al passo avanti di 23 discendenti della Regina, il duca di Cambridge William diventerà principe di Galles com’era Carlo, e duca di Cornovaglia perché per rispetto verso Diana, Camilla era solo duchessa di Cornovaglia e non principessa del Galles.

 

«I cambiamenti erano pianificati da tempo – spiega Savini – e il Re decide tutto, ma sicuramente le scelte importanti erano state fatte con la madre in vita». La decisione più spinosa riguarda la sposa di Carlo, Camilla, perché non essendo uniti in matrimonio religioso, tecnicamente non avrebbe potuto acquisire il titolo di “Regina consorte” e il Re non avrebbe avuto una moglie «all’altezza del suo rango, in questo caso Elisabetta ha imposto con la sua autorità la scelta meno dolorosa e più conforme ai tempi: la moglie del Re non poteva essere una principessa». 

Re Carlo erediterà i castelli di Balmoral in Scozia, poi Sandrigham House, nel Norfolk, e Windsor. «Ma io – dice Savini – ho la sensazione che Carlo III non seguirà più lo stile di vita della madre che si spostava da una residenza all’altra, abiterà a Clarence House a Londra, e userà Buckingham Palace per le occasioni ufficiali. Carlo potrebbe aprire al pubblico le residenze. Lo conosco ed è uomo di forte empatia, simpatia e umanità, democratico per essere un principe. Sarà vicino al popolo e modernizzerà l’immagine e il tenore della famiglia».

Andrea, il fratello coinvolto nello scandalo Epstein, «sarà accantonato, finora ha goduto della protezione della Regina. Lo vedremo ai funerali di Elisabetta, poi non più». 


Harry, secondogenito di Carlo, vivrà negli Usa con Meghan, «anche se è giusto e bello che si sia riavvicinato in questa occasione alla famiglia, è ciò che la nonna avrebbe desiderato. Meghan dovrà capire che da Hitler in poi, chiunque si sia messo contro l’istituzione reale inglese non è finito bene».

Terzo nella linea dinastica è George, primogenito del Duca e della Duchessa di Cambridge, che ha 9 anni. Dopo di lui, Charlotte, che ne ha 7 e un ruolo difficile. «Le regine hanno dato sempre il meglio per la Corona e Charlotte è formidabile, è così piccola ma la sua tempra la fa assomigliare alla bisnonna, la vedi già ora che è una dominatrice con i fratelli, in quella famiglia sono le donne le figure forti».

Ma la vera novità potrebbe arrivare da Anna, la principessa reale, prima nata femmina della Regina, scivolata dietro i fratelli per la vecchia legge che favoriva i maschi, ma che Carlo III, in virtù dello stretto rapporto con lei, potrebbe sostituire Andrea nella linea di successione. E la stessa Anna scavalcherebbe anche Edoardo, del quale si ricorda che non è neppure riuscito a concludere l’addestramento da royal marine e come produttore tv ha violato la privacy di Carlo ai tempi dell’università.

«Simpatica o antipatica che sia, Anna è attivissima nella famiglia reale – dice Savini – Carattere pungente, una vera donna di potere Windsor. Poi Harry e Meghan, caratteri difficili e ribelli».

Ci penserà Carlo a mettere ordine, «farà il suo dovere come ha imparato in tutti questi anni di attesa. E che cambierà tutto, come diceva il Gattopardo, perché tutto rimanga com’è». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA