Eredità Colonna, l’assoluzione dell’ex reginetta di bellezza finisce sulla stampa inglese

Mercoledì 5 Dicembre 2018 di Alix Amer
Un’eredità milionaria contesa, una battaglia a suon di denunce e processi è stata al centro dell’attenzione della stampa italiana (e internazionale) per anni. Oggi che la storia di Johnine Leigh Avery, ex lady Roma ed ex reginetta di bellezza, che ha vinto la sua parte di eredità di ben oltre 34 milioni di dollari della nobile famiglia italiana dei Colonna, è arrivata al “the and” torna nuovamente alla ribalta. La donna era accusata di bigamia. Una vicenda contorta, tanto da sembrare la trama di un film, ha incuriosito anche la stampa inglese.

«Si è conclusa con un’assoluzione piena, la vicenda giudiziaria che l’ha vista protagonista per molto tempo», riportano giornali e agenzie. Ora lei, l’ex miss Mondo Usa, 72 anni, che nel ‘91 aveva sposato il principe Ugo Colonna, è diventata legittima erede (a tutti gli effetti) di un patrimonio milionario. A sollevare i dubbi sulla validità del matrimonio con il nobile, era stato il figlio del principe. Dopo la morte del padre nel 2004, aveva cercato nel passato della donna. E qualcosa per lui non era chiaro. La settantenne, sposatasi con Ugo nel 1990, ha sempre detto di aver divorziato dal primo marito nel 1980. Ma c’era stato qualcosa negli archivi dell’isola di Santo Domingo (dove avvenne il primo matrimonio) che, per il giovane, non era limpido («un certificato non trascritto»). Ma l’ultima parola, che spettava al tribunale, assolve la reginetta. Come riporta The Time, l’avvocato della Avery, ha dichiarato: «La mia cliente è estremamente soddisfatta di non dover essere più considerata un cacciatrice di fortuna». Insomma, un lieto fine per la reginetta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma