Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dolori all'addome, finisce in sala operatoria: nello stomaco sassi, ghiaia e ceramica

Dolori all'addome, finisce in sala operatoria: nello stomaco sassi, ghiaia e ceramica
di Alix Amer
2 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Febbraio 2019, 18:27 - Ultimo aggiornamento: 19:41

Chili di pietre, ghiaia, ceramica nello stomaco. A questo si è trovata di fronte un’equipe di medici, ad  Assiut, Egitto. Il paziente, 60 anni, era arrivato al pronto soccorso con forti dolori e un gonfiore alla pancia. Subito  è stato sottoposto ad un esame e ad una lastra. La sorpresa dei medici è stata inevitabile quando hanno appurato che nello stomaco del paziente c’era di tutto e di più mattoni, sassi, pezzi di ceramica, e in grosse quantità. Sebbene la storia sembri curiosa, è in realtà drammatica: i danni causati sono davvero gravi.
 

 

L'uomo è stato sottoposto ad un’operazione d’urgenza e ora è in fase di ripresa.  Il primario di chirurgia Mohamed Ahmed dell'University Hospital di Assiut  "a chi fa il nostro mestiere può capitare di tutto, ma questa volta sono rimasto senza parole per l'enorme quantità di materiali trovati nel corpo del paziente. Grossi sassi e materiale vario che avrebbero potuto procurargli la morte". Il motivo non è stato spiegato, in altri casi questo tipo di comportamento è dovuto a un vero e proprio disturbo alimentare che può causare ostruzione intestinale, perforazione degli organi, peritonite, sanguinamento, grave perdita di peso, avvelenamento e decesso immediato nei casi più gravi. Il caso ha sorpreso e fatto discutere molte persone "come è possibile ingerire tutta quella roba e di grosse dimensioni?". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA