Dj modenese morto in Francia, si indaga per omicidio: sospettata la compagna

Lunedì 3 Maggio 2021
Dj modenese morto in Francia, si indaga per omicidio: sospettata la compagna

Giallo in Francia sulla morte di un dj italiano, originario di Modena, morto martedì scorso con una coltellata al fianco che sarebbe risultata fatale. A perdere la vita, nel piccolo paese di Saint Michel de Castelnau, Davide Masitti, 49 anni, in arte 'Da Frikkyò, noto a livello internazionale come veterano della musica elettronica. Lo riporta 'Il Resto del Carlinò.

Le autorità francesi hanno aperto un'inchiesta per omicidio volontario e la compagna Anna, 38 anni, originaria di Trieste, sarebbe in custodia giudiziaria. Nessun cenno al movente. La donna avrebbe respinto ogni accusa spiegando che Davide si è ferito da solo. 

​Roma, investita sulla Nomentana: Elena muore a 18 anni dopo due giorni. Nel mirino l’alta velocità

 

La tragedia è avvenuta nel sud-ovest della Francia, nel Dipartimento della Gironda. Nel paese di appena 245 persone, Davide si era trasferito due anni fa con la compagna e due figli per inseguire il suo sogno musicale. L'allarme ai soccorritori è stato dato martedì sera alle 23.30 circa. Da quanto si apprende, l'uomo sarebbe stato colpito da un'unica coltellata al fianco mentre si trovava nella sua villetta. La compagna sarebbe in custodia con l'accusa di 'violenza volontarià. Secondo gli inquirenti avrebbe colpito il 49enne con un fendente, ma senza l'intenzione di ucciderlo. Stando a quanto riferisce il quotidiano locale d'Oltralpe 'Sudouest', la donna avrebbe negato ogni responsabilità sostenendo che l'uomo si sarebbe auto inflitto la ferita, poi risultata fatale. Sconvolti a Concordia, nella bassa modenese, i parenti del dj, che hanno appreso della sua morte dopo aver ricevuto messaggi di condoglianze da alcuni amici. «Sull'ipotesi che la compagna possa essere la responsabile, in qualche modo, lo escludo categoricamente», ha commentato il fratello di Davide che vive in provincia di Modena. 

Ultimo aggiornamento: 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche