Culla killer, Fisher-Price richiama 5 milioni di lettini dopo l'allarme dei pediatri: almeno 32 neonati morti

Sabato 13 Aprile 2019
Culla killer, Fisher-Price richiama 5 milioni di lettini dopo l'allarme dei pediatri: almeno 32 neonati morti

Culla killer, Fisher-Price richiama 5 milioni di lettini a dondolo dopo l'allarme dei pediatri: almeno 32 neonati morti. Questa culla ha ucciso decine di neonati: almeno 32 bambini morti in dieci anni, secondo un'indagine dell'organizzazione Consumer Reports; alcuni avevano meno di 3 mesi. Per questo il produttore, la Fisher-Price, ha dovuto richiamare quasi 5 milioni di culle, come ha annunciato la Cspc, ovvero la Commissione per la sicurezza dei prodotti e dei consumatori negli Stati Uniti.  «Si sono verificati incidenti mortali con la culla Rock 'n Play Sleepers, dopo che i bambini si sono rotolati e sono rimasti soffocati», ha spiegato la Commissione. Il richiamo riguarda circa 4,7 milioni di prodotti, ha aggiunto.

Culla killer per i bambini, i pediatri lanciano l'allarme: «Non la usate, ha ucciso 32 neonati»

Infermiera confessa: «Ho scambiato 5.000 neonati in culla per divertimento»
 


«Mentre continuiamo a stare al passo con la sicurezza di tutti i nostri prodotti, dati gli incidenti segnalati in cui il prodotto è stato utilizzato in contrasto con le avvertenze e le istruzioni di sicurezza, abbiamo deciso che questo richiamo volontario è la migliore linea d'azione», ha detto l'azienda di proprietà Mattel.

Martedì scorso l'American Academy of Pediatrics aveva chiesto che il prodotto venisse ritirato dal mercato. Il suo presidente, Kyle Yasuda, ha descritto la culla come «mortale» e ha detto che «è necessaria un'azione immediata». Il costo del lettino sotto accusa negli Stati Uniti varia dai 40 ai 149 dollari.

Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma