Covid Gran Bretagna, nonna di 66 anni muore suicida sui binari. «Aveva paura di contagiare la famiglia»

Covid, Gran Bretagna: nonna di 66 anni muore suicida sui binari. «Aveva paura di contagiare la famiglia»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Marzo 2021, 19:02 - Ultimo aggiornamento: 19:59

Si chiamava Rosalind Weaver e aveva solo paura di prendere il Covid e contagiare la sua famiglia: l'anziana ha deciso di farla finita lanciandosi davanti un treno in corsa. Accade a Stroud nel Gloucestershire, in Inghilterra: secondo il Mirror, il treno che ha travolto la donna si trovava nei pressi di Ebley ed era diretto a Londra. Secondo il marito di Rosalind Weaver, Reginald, la 66enne non aveva mai dato l'impressione di voler compiere un gesto simile. Ultimamente, però, Rosalind aveva iniziato a soffrire di una grave forma di stress: «Sentiva che stava per raffreddarsi», ha aggiunto il marito dell'anziana. Che poi ha dichiarato: «Era preoccupata, e per questo era uscita a fare una passeggiata, per schiarirsi le idee».

Amelia, cento giorni contro il Covid. Alvaro Angelucci, 74 anni, ha vinto la sua battaglia

Nessuno avrebbe potuto immaginare che la signora Weaver si sarebbe tolta la vita di lì a pochi minuti. È stato uno choc inaspettato, confidano i familiari della donna, perché arrivato proprio il giorno dopo la visita dei nipoti, con cui Rosalind pianificava una vacanza di due settimane, una volta passata la pandemia da coronavirus.

Covid, vaccinati tre centenari. Allarme contagi nelle scuole

Le indagini condotte dalle forze dell'ordine hanno successivamente appurato che la donna soffriva di una forma d'ansia che - nel 2007 - l'aveva addirittura spinta a cambiare lavoro. In una successiva visita del 2013 inoltre, Rosalind Weaver aveva confessato al medico di soffrire di un tale stress, al punto che a volte pensava di suicidarsi. Alla fine lo stress e la paura del Covid l'hanno uccisa, lasciando soli quei nipoti che tanto amava.

Covid, morto medico barese 65enne. Contagio in Rsa, Ubaldo Amati diceva: «È la mia missione»

© RIPRODUZIONE RISERVATA