​Tokyo, l'aereo fermo per il Covid offre cene di lusso: boom del "ristorante con le ali"

Tokyo, l'aereo fermo per il Covid offre cene di lusso: boom del "ristorante con le ali"
4 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Aprile 2021, 14:35

Nostalgia dei voli internazionali? Il brivido di tornare a pranzare a bordo di un aereo, e magari di scegliere il menu di una business class, ha portato a un vero boom degli aerei-ristorante, soprattutto in Giappone, dove la All Nippon AIrways ha segnato il “tutto esaurito” per un pasto di lusso completo al costo di oltre 400 euro.

L’impossibilità di viaggiare ha creato una diffusa nostalgia nel paese del Sol Levante, così che un Boeing 777 inutilmente fermo in pista all’aeroporto Haneda di Tokyo, è stato sfruttato come “ristorante con le ali”. L’offerta di All Nippon Airways varia tra il pasto in prima classe da 59.800 yen (450 euro circa) a una più accessibile colazione in business, che costa la metà. Si può scegliere un pasto giapponese, di carne o pesce all’occidentale, con vini inclusi. 

Yosuke Kimoto, 42 anni, uno dei 56 clienti del primo giorno di apertura, ha portato suo figlio di 14 anni al ristorante sulle ali: ha raccontato a Kyodo News di avere scelto un pasto completo della business class. «Era tutto delizioso». Anche suo figlio è rimasto molto impressionato: «La business è così diversa dall’economy, per il cibo ma anche per il posti, sono così spaziosi». La compagnia offrirà 22 volte al mese esperienze di questo tipo. I clienti potranno anche usufruire del lounge della compagnia dell’aeroporto.

Covid, compagnia aerea costretta a vendere piatti e stoviglie

I primi a tentare la via dei “ristoranti con le ali” sono stati i dirigenti di Singapore Airlines, che a ottobre hanno offerto pasti a bordo di due A380 superjumbo inutilmente parcheggiati, in epoca di pandemia, all’aeroporto Changi. Anche in questo caso, la scelta è stata diversificata, con prezzi che variano dai circa 400 euro della business (compresa la visione di un film) ai 35 dell’Economy.  

La pandemia sta spingendo molte compagnie a cercare modi creativi di utilizzare i propri aerei: in Giappone, l’idea del “ristorante con le ali” era stato dapprima pensato per gli impiegati dell’aeroporto, ma l’iniziativa è diventata soprprendentemente popolare. Quando ANA ha cominciato a vendere pasti di economy-class online, lo scorso dicembre, sono andati rapidamente esauriti. Si parla di 264mila pasti venduti in meno di tre mesi. Alcune combinazioni particolarmente popolari, come la carne sukiyaki con uova sbattute, sono sparite nel giro di pochi minuti.

La fortuna dell’iniziativa, informa il Guardian, ha spinto anche altre compagnie a offrire qualcosa di simile. La British Airways,  a partire da questa settimana, offre a circa novanta euro pasti da asporto con quattro portate e per due persone, con diverse scelte nel menu, tramite un’agenzia di catering. Tra le scelte, salmone affumicato Loch Fyne con salsa di mostarda, guance di maiale inglese, una selezione di formaggi e pudding al burro.

Anche la FInlandese Finnair sta offrendo pasti di business class tramite un supermercato vicino all’aeroporto di Helsinki, che si stanno rivelando popolarissimi grazie al prezzo contenuto, soltanto 12,90 euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA