CORONAVIRUS

Coronavirus, a Leicester 658 nuovi casi in due settimane. «Folla nei pub, città a rischio lockdown»

Domenica 28 Giugno 2020
Coronavirus, a Leicester 658 nuovi casi in due settimane. «Folla nei pub, città a rischio lockdown»

Coronavirus, allarme a Leicester, in Gran Bretagna. La città, nell'Inghilterra centrale, rischia di essere posta in lockdown a causa di un aumento dei casi di Covid-19. Lo ha annunciato il ministro degli Interni britannico alla Bbc. «Il ministro della Salute Matt Hancock ha avviato una serie di misure a sostegno di Leicester come test a tappeto e risorse alle autorità locali», ha detto Patel. Nella città sono stati registrati 658 nuovi casi in due settimane per via di un focolaio in un'azienda alimentare e assembramenti fuori da ristoranti e chioschi. Il ministro ha spiegato che in Gran Bretagna nelle ultime tre-quattro settimane ci sono state «nuove esplosioni» del virus. «Per quanto riguarda focolai locali - ha aggiunto - è preferibile trovare soluzioni ad hoc come il distanziamento e il monitoraggio dei contagi». «Dobbiamo essere tutti molto coscienziosi rispetto ad una seconda ondata perchè non ci sarebbe niente di più dannoso per il Paese e per la nostra economia», ha sottolineato Patel.

Coronavirus, folla in spiaggia a Sabaudia

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA