Bigliettaia muore di Covid dopo che un passeggero infetto le aveva sputato addosso

Martedì 12 Maggio 2020
Un'addetta ai biglietti delle ferrovie britanniche è morta di Covid-19, dopo che un utente le aveva tossito e sputato addosso dicendo di essere malato di coronavirus. A denunciare la vicenda è il sindacato, scrive il sito della Bbc. La polizia ha aperto una inchiesta per rintracciare l'aggressore. Lo scorso marzo Belly Mujinga, 47enne di origine africana, era al lavoro con una collega alla Victoria station di Londra, quando entrambe sono state aggredite dall'uomo. Pochi giorni dopo le due donne si sono ammalate di coronavirus. La Mujinga, che già soffriva di problemi respiratori, è morta il 5 aprile dopo essere stata ricoverata in ospedale.


 

“Station ticket office worker dies with Covid-19 after being spat at...Belly Mujinga, 47, was on the concourse of Victoria station in London in March when a member of the public who said he had Covid-19 spat and coughed at her and a colleague.” https://t.co/8H1UQIw4Pu pic.twitter.com/0K4o6dp2hW

— Musa Okwonga (@Okwonga) May 12, 2020 >





Rieti, coronavirus: resta infetta il giorno prima della pensione e contagia il marito che non ce la fa e muore

Coronavirus Inghilterra, infermiera incinta muore: i medici riescono a far nascere la bimba
  Ultimo aggiornamento: 13 Maggio, 01:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani