CORONAVIRUS

Coronavirus Turchia, Erdogan lancia campagna di solidarietà e dona 7 mesi del suo stipendio

Martedì 31 Marzo 2020
Coronavirus Turchia, Erdogan lancia campagna di solidarietà e dona 7 mesi del suo stipendio

Gli effetti del blocco delle attività, delle restrizioni per l’emergenza Coronavirus si stanno rivelando drammatici in ogni Paese per le fasce più deboli, quelle il cui reddito è basato su lavori precari, in nero, informali. Tanta la solidarietà. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha donato sette mesi di stipendio alla Campagna nazionale di solidarietà che ha lanciato in Turchia con l’obiettivo di fornire sostegno alle persone con basso reddito che soffrono economicamente a causa delle misure prese contro la diffusione del Covid-19. «Sto lanciando la campagna donando personalmente il mio stipendio di sette mesi», ha detto Erdogan in un discorso alla Nazione, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa turca Anadolu. 

Coronavirus, il recupero delle Borse? Ora si scommette sul rimbalzo d’estate

G20 inietta 5.000 miliardi di dollari nell'economia mondiale

Il presidente ha sottolineato che alla sua donazione si sono aggiunte anche quelli dei membri del governo e dei deputati per un totale di 5,2 milioni di lire turche (oltre 716mila euro). Nel discorso, Erdogan ha evidenziato che la Turchia «ha strutture mediche migliori rispetto ad altri paesi» e ha assicurato che nuovi ospedali saranno aperti «rapidamente», rafforzando nello stesso tempo le strutture di quelli esistenti. Inoltre, ha aggiunto che gli esperti turchi stanno lavorando per produrre «ventilatori e un vaccino contro il virus». «Il nostro obiettivo è raggiungere risultati seri entro la fine dell’anno». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani