CORONAVIRUS

Coronavirus, Pechino accusa: «Il nuovo virus al mercato viene dall'Europa». Ma isola un intero ospedale per un'infermiera positiva

Venerdì 19 Giugno 2020
5
Coronavirus, Pechino accusa: «Il nuovo virus al mercato viene dall'Europa»

Pechino ha segnato giovedì altri 25 casi domestici di Covid-19, più dei 21 di mercoledì, portando il totale legato al focolaio del mercato all'ingrosso di Xinfadi a 183: lo ha detto la Commissione sanitaria municipale, secondo cui sono stati individuati 2 nuovi asintomatici. E, sul caso di questo mercato, arrivano accuse pesanti: il nuovo coronavirus rilevato a Pechino nel mercato all'ingrosso Xinfadi viene dall'Europa, ma appartiene a un ceppo più vecchio dell'attuale che sta colpendo il Vecchio Continente. È l'ipotesi di Zhang Yong, vicedirettore del Centro di controllo e prevenzione delle malattie cinese. In un contributo sul sito della Commissione centrale per l'ispezione e la disciplina, l'Anticorruzione del Pcc, Zhang osserva che «un gran numero di campioni presi allo Xinfadi indica che il virus era presente lì già da tempo».

Cauda, infettivologo Gemelli: «Ecco perché alcune città d'Italia rischiano l'effetto Pechino»

Cina: «Colpa del salmone europeo per l'epidemia di casi a Pechino». La Norvegia si difende

Dall'inizio della pandemia la capitale ha avuto 603 contagi, di cui 411 guariti e 9 decessi. Allo stato, ci sono 183 persone sotto cure mediche, mentre sono 15 gli asintomatici sotto osservazione. Tra i 174 casi importati, una persona è ricoverata in ospedale. La Cina, primo Paese al mondo a fare i conti con il virus, ha sinora segnalato 83.325 casi con 4.634 e 78.398 guarigioni.

Coppia cinese curata a Roma dona 40.000 euro allo Spallanzani: «Quando torni da un viaggio non sei più lo stesso»

Zhang, che è vicedirettore dell' Institute of Viral Diseases che fa capo al Centro cinese di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc), ha basato le sue valutazioni «sui risultati preliminari delle ricerche» dai quali è emerso che il virus ha una origine europea, ma «non è del tutto dello stesso ceppo europeo». Zhang si è detto convinto che «se fosse arrivato in città da un breve periodo, non ci sarebbe stato un consistente numero di campioni positivi raccolti. Ad ogni modo, abbiamo bisogno di più dati prima di prendere una decisione documentata sulle origini». Su come sia arrivato a Pechino, la spiegazione è che possa essere stato importato con il cibo congelato sopravvivendo nel buio, in un ambiente umido non propriamente disinfettato prima di essere esposto al mercato di Xinfadi. Il cibo congelato per il trasporto ha evitato la mutazione del virus ed è per questo, secondo Zhang, che il genoma è molto più simile a quello originario in Europa, mentre i test di laboratorio potranno aiutare a comprendere le modalità della trasmissione.

Virus, allarme Cina: Pechino chiude tutte le scuole. Il livello di allerta passa da tre a due

Ospedale chiuso. Intanto, la città di Pechino ha deciso di isolare il Peking University International Hospital, fiore all'occhiello della sanità della capitale cinese, dopo che un'infermiera è risultata positiva ieri ai test del Covid-19 per essere entrata a stretto contatto il 14 giugno con un paziente del distretto di Haidian. Lo hanno detto le autorità municipali nel briefing quotidiano, aggiungendo che tra le 183 persone infettate dal focolaio del mercato all'ingrosso di Xinfadi registrati dall'11 giugno, due sono in condizioni molto critiche e 11 in condizioni gravi.

Esportazioni boom. Le esportazioni di Pechino sono aumentate del 5% su base annua nei primi cinque mesi del 2020, nonostante il generale calo degli scambi con l'estero registrato dalla città. Lo dimostrano i dati diffusi oggi dalle autorità doganali della capitale cinese. Tra gennaio e maggio, il commercio estero di Pechino ha raggiunto un totale di 947,68 miliardi di yuan (circa 133,7 miliardi di dollari), in calo del 18,3% su base annua. Nello stesso periodo, le importazioni sono scese del 23,2% su base annua fino a 738,05 miliardi di yuan, mentre le esportazioni sono cresciute del 5% annuo attestandosi a 209,63 miliardi di yuan.
 

 

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA