CORONAVIRUS

Coronavirus, diretta. Trump chiese a Fauci: «Perché non lasciamo che il coronavirus inondi il Paese?. Gran Bretagna supera i 10 mila morti

Domenica 12 Aprile 2020
2
Coronavirus, diretta. Usa in stato di calamità, oltre 20mila morti. Australia: lavoratori stranieri a casa

Negli Usa altri 1.920 i morti legati al coronavirus in 24 ore, in lieve rallentamento, dopo il nuovo record di 2.100 segnato il giorno prima. Con oltre 20mila decessi totali, gli Usa hanno superato ieri il numero delle vittime italiane. Dopo la dichiarazione anche per il Wyoming, tutti i 50 stati americani sono ora in stato di calamità. Trump cauto sulla riapertura.

In Francia. Salgono a 14.393 i decessi in Francia a causa dell'epidemia di coronavirus. Il dato comprende i 9.253 morti negli ospedali francesi, oggi sono stati 315, e 5.140 decessi registrati nelle case di riposto. Sono 6.845 i pazienti in terapia intensiva, 35 in meno in un giorno.

Gran Bretagna supera i 10mila morti. La Gran Bretagna ha superato la soglia dei 10.000 morti da coronavirus. Ne danno notizia le autorità sanitarie, citate dal Guardian. I deceduti nelle ultime 24 ore sono stati 737, con il totale salito a 10.612. 

Trump e il retroscena sull'immunità di gregge. «Perché non lasciamo che inondi il Paese?». È stata questa la domanda che, secondo fonti informate citate oggi dal Washington Post, la domanda che Donald Trump ha rivolto ad Anthony Fauci durante una riunione della task force della Casa Bianca contro il coronavirus il mese scorso. Secondo le fonti, il presidente avrebbe poi fatto domando all'immunologo riguardo al perché la teoria dell'immunità di gregge fosse stata rifiutata. «Signor presidente, molta gente morirebbe», avrebbe risposto il direttore National Institute of Allergy and Infectious Diseases che, riportano ancora le fonti, all'inizio non aveva capito cosa il presidente intendesse dicendo di lasciare che il virus «inondasse» il Paese, ma poi sarebbe stato allarmato da queste parole. 

Spagna, distanza anche in spiaggia. Quest'estate in Spagna sarà necessario mantenere la distanza sociale anche in Spiaggia per evitare il rischio di contagi da coronavirus. Lo ha detto la ministra spagnola per il turismo Reyes Maroto interpellata da El Pais. «Sarà molto importante mantenere le raccomandazioni sanitarie, per cui dobbiamo interiorizzare ciò che stiamo facendo ora: lavarsi le mani, distanza sociale.... anche sulle spiagge», ha spiegato. «Finchè non avremo un vaccino niente sarà come prima». Al momento in Spagna le spiagge sono chiuse nel quadro delle misure anti-Covid-19 in vigore fino al 25 aprile. La Spagna, dopo l'Italia il paese europeo più colpito dalla pandemia, è la seconda destinazione turistica mondiale e il turismo rappresenta il 12% del suo Pil. L'anno scorso sono stati 84 milioni i turisti che hanno visitato la Spagna.

Anziani isolati fino a dicembre. Le persone anziane potrebbero dover rimanere isolamento «fino alla fine dell'anno» per evitare ogni rischio di contrarre il coronavirus. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in un'intervista al quotidiano tedesco Bild in edicola oggi. «So che è difficile, che l'isolamento è un peso ma è una questione di vita o di morte. Dobbiamo essere disciplinati e rimanere pazienti», ha sottolineato auspicando che un laboratorio europeo riesca ad elaborare un vaccino per il Covid-19 entro la fine del 2020. 

In Spagna, nuovo aumento dei morti. Dopo qualche giorno in cui si erano registrati cali, sono di nuovo aumentate le vittime di coronavirus in Spagna. 619 i morti nelle ultime 24 ore, 16.972 quelli totali secondo quanto annunciato dal ministero della Sanità. I casi di Covid-19 sono 166.019, 62.000 le persone guarite.

Johnson, grazie ai medici.  «Non posso ringraziarli abbastanza, gli devo la vita». Il premier britannico Boris Johnson ha espresso pubblicamente la propria gratitudine nei confronti dei medici del St Thomas Hospital che lo hanno curato negli ultimi giorni. Johnson, positivo al coronavirus, è stato dimesso oggi.
 

Il parlamento britannico riaprirà le sue porte il 21 aprile per svolgere i suoi doveri costituzionali nonostante l'emergenza coronavirus. Lo ha annunciato un portavoce del leader dei Comuni, Jacob Rees-Mog, secondo quanto riportato dai Skynews. «In questa crisi senza precedenti sono state studiate e messe in atto diverse soluzioni tecnologiche che saranno sottoposte allo Speaker, al governo e agli altri partiti», ha spiegato sottolineando che «è importante trovare una soluzione che non escluda nessun membro del parlamento». 

I lavoratori stranieri presenti in Australia che hanno perso il lavoro a causa della crisi del coronavirus dovrebbero tornare a casa: ad affermarlo il Tesoriere del governo di Sydney, Josh Frydenberg. «Se non c'è lavoro per loro, possono tornare nel loro paese d'origine, questa è un'opzione», ha spiegato Frydenberg ai microfoni del programma mattutino Insiders dell'emittente nazionale Abc. Frydenberg ha dichiarato che la spesa pubblica per un totale di 320 miliardi di dollari (203 miliardi di dollari Usa) stanziati per mantenere i posti di lavoro e sostenere i lavoratori privati del posto durante la crisi è stata un colpo significativo per le finanze statali e «la linea doveva essere tracciata da qualche parte».

Coronavirus, Von der Leyen: «Anziani isolati fino a fine anno»

Frydenberg ha dichiarato che ci sarà un significativo aumento della disoccupazione e una riduzione del tasso di crescita economica a seguito della crisi di Covid-19.«Ci sarà un grosso buco nell'economia globale, non c'è dubbio» ha aggiunto. Gli economisti prevedono un tasso di disoccupazione del 5,4 per cento a marzo, in attesa delle cifre che verranno diffuse giovedì, un aumento dello 0,3 per cento su febbraio. La disoccupazione di aprile dovrebbe superare il 10%.

Russia record. Record di nuovi casi di coronavirus in Russia dall'inizio dell'epidemia. La Tass rende noto che sono stati segnalati 2.186 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, portando il totale a 15.770. Il numero delle vittime è salito a 130, con un aumento anche nelle 24 ore. L'epicentro è Mosca, che ha oltre 10.000 casi. Oltre 1.300 nelle ultime 24 ore, con altri 14 morti.

Indonesia, limiti ai trasporti  Per limitare al massimo la diffusione del coronavirus, l'Indonesia ha imposto nuove regole per i trasporti pubblici in vista della fine del Ramadan che porterà circa 75 milioni di persone a viaggiare dalle grandi città verso i piccoli villaggi. Lo riporta il Guardian. Autobus, treni, aerei e navi potranno avere solo la metà dei posti prenotati, massimo due persone in auto e chi viaggia in moto lo dovrà fare da solo. Il ministero della Sanità ha anche chiesto agli operatori del trasporto pubblico di misurare la temperatura dei passeggeri e imposto a stazioni, porti e aeroporti di fornire ai viaggiatori igienizzante per le mani e personale medico. 

La Cina ha annunciato 97 nuovi casi «importati» di coronavirus, il numero più alto dall'inizio di marzo. Solo due i casi locali, secondo quanto annunciato dal ministero della Salute cinese. Le autorità sono preoccupate da una nuova ondata di Covid-19 portata dall'esterno tanto che le frontiere restano chiusi a quasi tutti gli stranieri. Rimane tuttavia il problema dei cinesi che ritornano a casa dall'estero. Oggi a Pechino il livello di allerta sulla salute è passato da «verde» («nessun problema») ad «arancione», che prevede l'obbligo di restare in isolamento a casa propria.

Il numero dei casi positivi di coronavirus in Israele è salito a 10.878, mentre i decessi sono stati finora 103. Lo ha reso noto il ministero della sanità. I malati gravi sono 174, il 3,3 per cento in meno rispetto a ieri. In calo anche il numero dei malati in rianimazione che sono adesso 123, quasi il 7 per cento in meno rispetto a ieri. Da oggi in Israele viene imposto l'obbligo di indossare mascherine protettive per quanti escono in strada, anche se in generale la intera popolazione è chiamata a restare in casa. Intanto il ministero della finanze ha fatto sapere che sta studiando la possibilità di rimettere in moto gradualmente il mercato, se nelle prossime due settimane sarà stato possibile ridurre in maniera drastica il numero dei contagi. 

 

Ultimo aggiornamento: 20:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA