Coronavirus, la Cina ha vietato il commercio di animali selvatici

Coronavirus, la Cina ha vietato il commercio di animali selvatici
1 Minuto di Lettura

Un'altra importante decisione. La Cina vieta temporaneamente il commercio di animali selvatici. Il paese asiatico sta lottando per contenere l'epidemia del coronavirus, generato (questa finora l'ipotesi più accreditata) proprio in un mercato che vendeva animali selvatici come cibo. L'allevamento, il trasporto o la vendita di tutte le specie di animali selvatici è vietato «dalla data dell'annuncio fino alla fine della situazione epidemica nazionale», si legge in una direttiva congiunta di tre agenzie di alto livello, tra cui il ministero dell'Agricoltura.

 

Domenica 26 Gennaio 2020, 08:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA