CORONAVIRUS

Coronavirus, nuovo tonfo delle Borse europee: Parigi, Londra e Francoforte a -4%

Mercoledì 1 Aprile 2020
Coronavirus, nuovo tonfo delle Borse: Parigi, Londra e Francoforte a -4%

Avvio di seduta in profondo rosso per le Borse europee, che scivolano assieme ai listini asiatici e ai future su Wall Street in scia alle nuove fosche previsioni sull'avanzata del coronavirus negli Usa. Gli investitori misurano gli impatti dell'epidemia sulle aziende, dove si sussegue il ritiro delle previsioni per il 2020 e il congelamento dei dividendi per far fronte al nuovo scenario.

Al via domande bonus 600 euro per autonomi. Tridico:

Parigi cede il 4,5%, Londra il 4,2% e Francoforte il 4% mentre contengono un pò le perdite Madrid (-3,2%) e Milano (-2,4%). Per i listini, che hanno chiuso il peggior primo trimestre dell'anno dal 2008, il secondo inizia in affanno: «I mercati guardano alle azioni sotto una luce nuova, senza dividendi e buyback», ha commentato Chris Weston, capo della ricerca di Pepperstone Financial. Vendite su tutti i comparti con le banche (-5%), che scontano lo stop ai dividendi, auto (-4,2%), energia e materie prime (-3,9%) sotto pressione. Lo spread Btp-Bund sale a 204 punti, il petrolio crolla (Brent -4,4% a 25,2 dollari). 

Aumentano a febbraio gli occupati tra i 15 e i 24 anni con 35.000 al lavoro in più rispetto a gennaio ma il tasso di disoccupazione resta stabile al 29,6%. Diminuiscono infatti gli inattivi in questa fascia di età (-0,9 punti su gennaio pari a 50.000 inattivi in meno). Lo rileva l'Istat spiegando che questi dati fanno riferimento a un periodo precedente rispetto all'emergenza Covid. Rispetto a febbraio 2019 gli occupati in più sono 62.000.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani