CORONAVIRUS

Sposati da 59 anni ma ricoverati divisi: gli anziani coniugi si ritrovano dopo 4 mesi

Sabato 6 Giugno 2020
Sposati da 59 anni ma divisi da febbraio: gli anziani coniugi si ritrovano dopo il ricovero

Una storia assolutamente commovente, con protagonisti due anziani coniugi, sposati da 59 anni ma che dall'inizio di febbraio, per vari motivi, si sono visti costretti ad un allontanamento forzato. Dopo oltre quattro mesi passati in due diverse strutture, l'87enne Peter Foster e la 91enne moglie Doreen si sono ritrovati, emozionando non poco gli operatori sanitari che li hanno assistiti negli ultimi tempi.

Travestiti da corrieri entrano in casa e prendono in ostaggio disabile e badante: caccia alla banda
Nonna Carmela guarita a 91 anni dal Covid: «Non finirò mai di ringraziarvi»

Siamo a Tyne and Wear, nei pressi di Sunderland, nel Nord-Est dell'Inghilterra. Peter Foster, fino a pochi mesi fa, era un anziano autosufficiente e si occupava di sua moglie, che invece aveva bisogno di assistenza. Nello scorso dicembre, però, a Peter era stato diagnosticato un linfoma e meno di due mesi dopo l'uomo era stato ricoverato in un centro specializzato, con Doreen che era stata portata in una casa di riposo di Sunderland. Dopo le prime cure, i due coniugi avrebbero dovuto rivedersi all'inizio di aprile, ma il lockdown per il coronavirus, decretato dal governo Johnson il 23 marzo, aveva fatto saltare i loro piani.

Lontani tra loro e dai loro familiari, Peter e Doreen hanno passato dei mesi durissimi nelle due distinte strutture ma, come riporta anche Metro.co.uk. Alla fine, la coppia è stata trasferita e ha potuto riabbracciarsi nella casa di cura Donwell House, facendo commuovere i tanti operatori sociosanitari. La storia di Peter e Doreen, che hanno avuto quattro figli, sei nipoti e un bisnipote, ha emozionato il web. Il primo incontro tra i due risale alla fine degli anni '50, quando il giovane poliziotto Peter aveva conosciuto in servizio l'autista Doreen, ad un semaforo: lei guidava il bus, lui le si era affiancato con la volante. «Abbiamo avuto un matrimonio lungo e felice perché non abbiamo mai smesso di conoscerci, ci siamo sempre riservati del tempo per noi e perché... mia moglie ha sempre ragione», racconta, scherzando, l'uomo.

Ultimo aggiornamento: 20:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani