Colonnello russo si ubriaca in un pub a Mosca: perso il computer con informazioni militari top secret

Alexander Kuzivanov guida il centro di ricerca Esimo. Festeggiando per il compleanno di un collega ha esagerato con l'alcol

Colonnello russo si ubriaca al pub di Mosca e perde un computer con informazioni militari top secret
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Maggio 2022, 11:41 - Ultimo aggiornamento: 15:52

Alzare il gomito più del dovuto è sempre una pessima idea. Peggio, se sei un ufficiale russo che ha in custodia un computer, che contiene informazioni militari sensibili. Alexander Kuzivanov, capitano di primo grado dell'istituto centrale di ricerca, è stato al Beaver Pub di Mosca dopo aver finito di lavorare, ma la sua serata si è conclusa con l'intervento dei medici per il troppo alcol ingerito. Quando si è risvegliato nel suo appartamento, si è reso conto che il prezioso computer non c'era più.

Putin, l'ex capo dei servizi inglesi: «Lo Zar cadrà entro il 2023, poi verrà ricoverato in una struttura per malati»

Putin distrugge le grandi città (come Mariupol) che non può conquistare: lo scenario della "guerra infinita"

 

Cosa è successo

Kuzivanov dirige il centro "Esimo", che lavora allo sviluppo scientifico e tecnologico di Difesa e sicurezza del Paese. Il colonnello si occupa della costruzione di navi civili, dello studio degli oceani e del suo utilizzo per scopi militari e civili. Il 18 maggio scorso si trovava al pub per festeggiare il 70esimo compleanno di un collega, ma la serata ha preso una piega inaspettata. Dopo aver scolato la seconda bottiglia - racconta il sito russo "Baza" citato dall'esperto militare Rob Lee - il colonnello ha perso il contatto con la realtà.

Dopo qualche ora di buio totale, si è risvegliato a casa, senza memoria di quello che fosse successo. Con l'aiuto della moglie ha poi ricostruito i passaggi della serata movimentata. Conclusa la serata con i colleghi, Kuzivanov avrebbe provato a rientrare a casa a piedi, ma sarebbe svenuto per strada. Ad aiutarlo ci avrebbe pensato un passante, che vedendolo a terra privo di sensi, ha contattato l'ospedale per richiedere un'ambulanza.

Dopo l'intervento dei medici, il colonnello sarebbe stato riaccompagnato a casa. Solo dopo diverse ore si è reso conto di aver smarrito il laptop, che conteneva informazioni militari. Interrogato dalla polizia russa, si è poi difeso dicendo che il pc non conteneva nessun dato sensibile. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA