Classifica, le migliori e le peggiori città del mondo dove andare a vivere: trionfa Valencia. Roma batte Milano (ma è una sfida tra perdenti)

Il rapporto Expat City Ranking 2022 esplora i risultati in modo dettagliato in diversi ambiti, dalla qualità della vita alla finanza personale, dal lavoro all'estero alla facilità di stabilirsi in una città straniera.

Le migliori e le peggiori città del mondo dove andare a vivere: trionfa Valencia. Roma batte Milano, ma è una sfida tra perdenti
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 13:04 - Ultimo aggiornamento: 20:53

Hai deciso di lasciare il tuo Paese per andare a vivere in un altro luogo del mondo? Hai ricevuto un'offerta di lavoro irrunciabile ma sei costretto ad abbandonare la tua città natale? InterNations ha raccolto informazioni da 11.970 espatriati in rappresentanza di 177 nazionalità e residenti in 181 paesi in tutto il mondo. Grazie alle loro esperienze, l'Expat City Ranking 2022 ha offerto una panoramica delle 50 città con le valutazioni migliori e peggiori per gli espatriati. Il rapporto esplora i risultati in modo dettagliato in diversi ambiti, dalla qualità della vita alla finanza personale, dal lavoro all'estero alla facilità di stabilirsi in una città straniera. 

Le migliori e le peggiori città

Tre città diverse di tre continenti diversi tra loro sono i posti migliori per gli espatriati in cui vivere e lavorare. La spagnola Valencia è in cima alla classifica con gli intervistati si sono mostrati entusiasti della qualità della vita, dei trasporti pubblici e delle opportunità sportive. Alle sue spalle c'è Dubai, elogiata per l'accoglienza che offre ai nuovi arrivati. Terza classificata Città del Messico per la sua convenienza. Non se l'è cavata così bene Johannesburg, che si è classificata in fondo alla lista dei 50, con le persone che hanno partecipato al sondanggio che hanno definito la città sudafricana inaccessibile e pericolosa. Appena sopra ci sono la tedesca Francoforte e la capitale francese Parigi, entrambe con punteggi bassi quando si tratta di alloggi a prezzi accessibili. Miami è la città nordamericana con il punteggio più alto nella lista, al 12° posto, con New York al 16° e Toronto al 19°. Nel Regno Unito, Londra è arrivata, zoppicando, al 40° posto. In Asia, Bangkok è arrivata sesta grazie al suo basso costo della vita, l'equilibrio tra lavoro e vita privata di Melbourne le è valso l'ottavo posto mentre Singapore ha completato la top 10. 


Male Roma e Milano

In questa classifica sono presenti anche le due principali città italiane che non hanno fatto una bella figura. Roma si trova al 41° posto in virtù di una bassa qualità della vita nonostante gli intervistati abbiano ammessi di "sentirsi a casa". Peggio è andata a Milano che è crollata al 44° posto a causa degli alti costi che mettono in crisi l'aspetto finanziari di chi si trasferisce a cui si aggiunge una "vita lavorativa difficile". 

IL REPORT COMPLETO 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA