Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cina attacca la Nato: «Alimenta la guerra e mette nei guai l'Europa». E sfida gli Usa: «Nuove relazioni con Mosca»

Cina attacca la Nato: «Alimenta la guerra e mette nei guai l'Europa»
di Alessandro Rosi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Aprile 2022, 14:07 - Ultimo aggiornamento: 30 Aprile, 07:51

«La Nato negli ultimi anni è venuta nella regione Asia-Pacifico per far sentire il suo peso e alimentare i conflitti». Le parole pronunciate giovedì dalla portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin suonano come un attacco all'organizzazione militare nel Nord Atlantico. E rappresentano una risposta all'avvertimento del ministro degli Esteri britannico, Liz Truss, secondo cui Pechino deve «rispettare le regole». 

Guerra nucleare? Dassù: «Solo minacce. Ci sarà la guerra fredda 2.0»

Cina attacca la Nato, le motivazioni

Le dichiarazioni della Cina sulla Nato seguono il discorso di Truss, in cui il ministro degli Esteri inglese detto che Pechino «non continuerà a crescere se non gioca secondo le regole». E poi ha aggiunto: «La Cina ha bisogno del commercio con il G7. Noi (ndr, il Gruppo dei Sette) rappresentiamo circa la metà dell'economia globale. E facciamo delle scelte - ha proseguito Truss -. Abbiamo dimostrato con la Russia il tipo di scelte che siamo pronti a fare quando le regole internazionali vengono violate». Un chiaro riferimento al rifiuto cinese di condannare l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, uno dei suoi più stretti alleati, attirando critiche e sollecitazioni da parte dei governi europei e di altri paesi per usare la sua influenza su Mosca.

 

Il sostegno di Pechino alla Russia

Pechino si impegna a sviluppare «un nuovo modello di relazioni internazionali» con la Russia. Le ultime dichiarazioni del portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian suonano come un appoggio a Mosca e una sfida agli Stati Uniti. «Un importante risultato del successo delle relazioni Cina-Russia è che le due parti si elevano al di sopra del modello di alleanza militare e politica dell'era della guerra fredda», ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian. Ha poi aggiunto che sarà diverso dalla «mentalità da guerra fredda» mostrata da alcuni Paesi: la critica è alla cooperazione degli Stati Uniti con blocchi come l'Organizzazione del Trattato Nord Atlantico, la cui espansione Pechino dice che ha portato all'attacco della Russia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA