Ucraina, guerra vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia (la più grande d'Europa). Ecco i 15 reattori presenti nel Paese: «Può succedere di tutto»

L'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha chiesto lo stop ai conflitti nell'area della centrale di Enerhodar

Ucraina, guerra vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia (la più grande d'Europa). Ecco i 15 reattori presenti nel Paese: «Può succedere di tutto»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Marzo 2022, 18:46 - Ultimo aggiornamento: 20:51

In Ucraina si torna a combattere vicino alle centrali nucleari e la tensione aumenta. Dopo essersi scontrate nei pressi di Chernobyl - scatenando un aumento preoccupante delle radiazioni - le truppe russe e ucraine stanno combattendo vicino a Zaporizhzhia (a Enerhodar), dove si trova un'altra delle centrali nucleari attive presenti nel Paese. La più grande d'Europa.

Rafael Martino Grossi, il direttore generale dell'Agenzia internazione per l'energia atomica (Iaea), ha spiegato in un'intervista a Bloomberg tv che la «situazione è delicata e tutto può accadere a questo punto».

Ucraina, la più grande centrale nucleare è circondata dai russi: l'allarme dell'Onu

Ucraina-Russia, da Kiev demilitarizzata e "neutrale" al riconoscimento della Crimea: ecco le richieste di Putin

I 15 reattori nucleari in Ucraina

Il 1° marzo la Russia ha informato l'Iaea che le sue forze militari, che stanno avanzando da Sud verso Kiev, hanno occupato il territorio intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, il più grande impianto in Europa, con 6 dei 15 reattori presenti nel Paese. Altri quattro reattori si trovano a Rivne, nel nord dell'Ucraina, vicino al confine con la Bielorussia. Anche questa è una zona ad alto rischio, monitorata con attenzione dall'Agenzia internazionale.

Più a sud si trova la centrale nucleare di Khmelnitsky, con i suoi due reattori. La quarta e ultima centrale si trova a Yuzhnoukrainsk (tre reattori), nel sud dell'Ucraina. Il rischio ambientale, dunque, resta altissimo. Proprio per questo motivo l’Agenzia internazionale nucleare ha chiesto lo stop alle azioni militari nella «Google Maps» delle centrali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA