Riscaldamento climatico, a rischio anche il White Turf, la gara di cavalli sul lago ghiacciato di San Moritz

Riscaldamento climatico, a rischio anche il White Turf, la gara di cavalli sul lago ghiacciato di San Moritz
di Franca Giansoldati
2 Minuti di Lettura
Domenica 13 Febbraio 2022, 17:19 - Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio, 09:50

Il cambiamento climatico non solo sta mettendo a dura prova la stagione sciistica dell'intero arco alpino, ma quest'anno ha persino dato filo da torcere alla storica e famosissima corsa di cavalli sul ghiaccio che da 114 anni in qua si tiene a San Moritz, in Engadina, Svizzera. Un appuntamento invernale super chic al quale i miliardari di tutto il mondo non mancano di partecipare arrivando a bordo dei loro jet. L'emergenza climatica però ha fatto affiorare problemi evidenti ed inediti, tanto da dover stravolgere come mai era accaduto prima alcune delle regole del White Turf, l'unica gara di cavalli al mondo che si tiene su un lago ghiacciato. 

Già l'anno scorso il lago presentava uno strato di ghiaccio insufficiente per permettere l'esclusiva competizione, tanto che è stata cancellata. Quest'anno gli organizzatori del White Turf in previsione della gara di febbraio hanno stabilito che il peso sul ghiaccio dovrà essere minore rispetto al passato, una regola che riguarda anche le cucine di lusso solitamente installate ai bordi del lago ghiacciato per servire ostriche, carne di cervo, champagne e aragoste. 

La prima gara che è stata fatta il 6 febbraio (le altre sono fissate per la settimana entrante) è stata accorciata di 800 metri, proprio perché l'acqua del lago non era ghiacciata come sempre. Troppo rischioso. Così il percorso è stato rivisto. A vincere è stato lo stallone inglese Mordred, cavalcato da Sibylle Vogt. 

Visto che l'acqua sotto il ghiaccio spingeva nemmeno i box di partenza erano in uso. Un bel disastro. Il White Turf ha un montepremi di 20.000 franchi svizzeri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA