CORONAVIRUS

Gran Bretagna, quarantena a chi torna dalla Spagna. Ira di Madrid: «Il Paese è al sicuro»

Domenica 26 Luglio 2020
1
Catalogna, il governo spagnolo: «Tutto sotto controllo». Ma i tour operatori stranieri sospendono i viaggi

La Gran Bretagna ha deciso ieri di imporre due settimane di quarantena ai cittadini che rientreranno dalla Spagna, dove nelle ultime settimane cìè stato un aumento di casi di coronavirus. E il più grande tour operator, il gruppo anglo-tedesco Tui, ha sospeso tutti i viaggi nella Spagna continentale almeno fino al 9 agosto.

La Spagna reagisce con irritazione e assicura che il paese è sicuro. Malgrado il picco di contagi da coronavirus, soprattutto in Catalogna, il governo di Madrid oggi assicura che la situazione «è sotto controllo», indirizzandosi a quei Paesi che hanno imposto restrizioni sugli arrivi dalla Spagna. «Il governo spagnolo ritiene che la situazione sia sotto controllo, i focolai sono stati localizzati e sono stati isolati e controllati», ha dichiarato all'Afp il ministero degli Esteri di Madrid.

Covid e la mappa del rischio: dalla Francia alla Romania l'assedio del virus all'Italia

Gran Bretagna, quarantena obbligatoria per chi viene dalla Spagna. «Evitare viaggi non essenziali»

Coronavirus, la Catalogna trema: chiusi discoteche e pub. Il ministero: «Poco tempo per agire»

«La Spagna è un Paese sicuro», ha aggiunto il ministero, che afferma tuttavia di «rispettare» le decisioni di alcuni Paesi, come il Regno Unito, che hanno imposto la quarantena per chi entra dalla Spagna. La Norvegia ha posto delle restrizioni ai viaggi in terra spagnola mentre il governo francese ha raccomandato ai suoi cittadini di evitare di recarsi in Catalogna. 

 In particolare il governo spagnolo sta cercando di convincere i britannici di escludere le isole Baleari e le Canarie - per le quali Londra non ha emesso il consiglio di evitare i viaggi non essenziali - dall'obbligo di quarantena.

 

 

Ultimo aggiornamento: 19:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA