STATI UNITI

Capodanno, diretta: lockdown quasi ovunque. Festa e coprifuoco in Europa, chiusa Times Square a New York

Giovedì 31 Dicembre 2020
Capodanno, contro alla rovescia in lockdown (quasi) ovunque: in Nuova Zelanda festa Covid-free

Capodanno, il countdown è finito. L'ultimo giorno di questo interminabile e maledetto 2020 si è (finalmente) concluso. Il 2020, adesso, è un ricordo. È stato però un ultimo giorno dell'anno piuttosto difficile. Chiusura di bar, ristoranti e discoteche, coprifuoco, e in molti casi niente spettacoli di fuochi d'artificio o musica dal vivo. Insomma un capodanno diverso, all'ombra del coronavirus, in particolare in Europa, dove preoccupano i recenti picchi di contagi e le nuove varianti, ancora più contagiose e a rapida diffusione. Tanti spettacoli di fuochi d'artificio nelle principali piazze e nei luoghi caratteristici nelle capitali del continente.

In Cina l'annuale spettacolo di luci a Pechino è stato annullato e le celebrazioni sono ridimensionate nelle città di tutto il paese. Annullato in Giappone il tradizionale evento in cui l'imperatore Naruhito e gli altri componenti della famiglia imperiale salutano il nuovo anno insieme al pubblico. 

 

In Francia alle 20 è scattato il coprifuoco notturno, e forze di sicurezza saranno dispiegate nelle aree urbane per assicurare l'osservanza delle misure restrittive. Bar, ristoranti e attrazioni culturali rimarranno chiuse anche a inizio 2021. A Parigi, molte delle linee della metropolitana sono state chiuse. Germania in lockdown fino al 10 gennaio. Il governo ha vietato la vendita di fuochi d'artificio e ha imposto rigide restrizioni al numero di persone che possono riunirsi in pubblico.

Gran Bretagna, Brexit è ufficiale

In Regno Unito la maggior parte del paese, 44 milioni di persone, è entrato nel livello 4 di restrizioni, il più simile ad un lockdown nazionale. Intanto la Gran Bretagna è ufficialmente fuori dal mercato unico europeo. A mezzanotte si è concluso il periodo di transizione e i rapporti commerciali tra Gran Bretagna e Unione europea saranno ora regolati dall'accordo firmato dai leader europei e dal premier britannico Boris Johnson alla vigilia di Natale. «Abbiamo la libertà nelle nostre mani», ha detto Johnson nel suo discordo di fine anno.

 

Stati Uniti, chiusa Times Square a New York

Per la prima volta dopo decenni, Times Square resta chiusa al pubblico la vigilia di Capodanno, ospitando e onorando solo alcune decine di lavoratori in prima linea nella pandemia insieme alle loro famiglie, unici spettatori ammessi vicino al palco con mascherina e distanziamento sociale. Ma gli organizzatori della kermesse nella più celebre piazza del mondo, teatro di una delle principali feste di fine anno dal 1904, quando centinaia di migliaia di persone si radunarono qui per assistere ai fuochi d'artificio, non hanno voluto rinunciare al rito della discesa della grande sfera di cristallo che scandisce il contro alla rovescia verso l'anno nuovo. Una tradizione interrotta solo nel 1942 e nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, quando le illuminazioni erano vietate per proteggersi da eventuali attacchi aerei.

Ma quest'anno niente folla oceanica. La polizia ha già ammonito di non tentare neppure di avvicinarsi a Times Square, che sarà blindata con la chiusura delle strade dell'area circostante e la limitazione della circolazione pedonale a partire dalle 15 (le 21 in Italia). Tra i pochi ospiti selezionati per partecipare alla festa ci sono un pediatra dell'Elmhurst Hospital, un ospedale pubblico travolto dalla pandemia, un autista che consegna pizze ammalatosi di Covid e Ronald Colbert, un operatore del ferry di Staten Island Ferry che ammirerà il suo 40/mo 'ball drop'. Sul palco si alterneranno cantanti come Jennifer Lopez, Billy Porter, Cyndi Lauper e Gloria Gaynor, che canterà il simbolico brano «I Will Survive», un classico diventato l'inno contro il virus.

 

Nuova Zelanda, festa Covid-free

In Nuova Zelanda è stato un Capodanno Covid-free, fra i pochi al mondo a poterselo permettere. Un rigoroso lockdown e la chiusura dei confini hanno quasi del tutto debellato il virus, le celebrazioni del nuovo anno si sono quindi svolte regolarmente. E il Paese è il primo a festeggiare la fine del 2020 e l'inizio del 2021. Dopo «un anno impegnativo», l'organizzatrice di eventi Tanya Cokojic ha detto: «Abbiamo illuinato il cielo sopra Hagley Park con uno straordinario spettacolo di fuochi d'artificio. È un bel messaggio».

LEGGI ANCHE La Nuova Zelanda festeggia il 2021: «Abbiamo sconfitto il Covid»

Video

 

Australia, vietato uscire per assistere ai fuochi

A Sydney sono stati vietati gli assembramenti e il porto della città è stato chiuso. I residenti hanno potuto assistere allo spettacolo di fuochi d'artificio solo dalla tv di casa, dove gli incontri sono stati limitati a un massimo di 5 persone.

 

 

Regno Unito, Johnson: «Restate a casa»

«Vi devo chiedere di seguire le regole domani sera e salutare il Nuovo anno al sicuro a casa. Questo significa non incontrare amici e parenti in casa ed evitare assembramenti di ogni tipo». A lanciare il monito è il primo ministro britannico Boris Johnson, mentre misure di lockdown sono state ormai imposte alla maggior parte dell'Inghilterra.

 

Il resto del mondo

Olanda in lockdown fino al 19 gennaio. Il consueto conto alla rovescia verso il nuovo anno si svolgerà a porte chiuse in uno stadio di calcio di Amsterdam. In Turchia il coprifuoco inizierà alle 21 di oggi e durerà fino alle 5 del 4 gennaio. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che non saranno consentiti raduni e celebrazioni affollate, e avvertito che le autorità potranno intervenire in caso di qualsiasi violazione.

Russia: a Mosca sono consentiti i fuochi d'artificio, e dopo il rintocco delle campane alla Spassky Tower del Cremlino, spettacoli pirotecnici avranno luogo in altre 10 località. Bar, ristoranti e discoteche dovranno comunque chiudere entro le 23. Belgio: a Bruxelles è in programma uno spettacolo di luci che, secondo il comune, permetterà ai residenti di essere «virtualmente collegati ai loro amici e familiari attraverso una rete di raggi laser che copriranno il cielo in diverse parti della città». Norvegia: a Oslo è stato annullato lo spettacolo pirotecnico ufficiale, e tutti gli eventi al coperto sono stati cancellati. La vendita di alcolici è vietata fino al 7 gennaio.

Danimarca: A Copenaghen il pubblico non potrà radunarsi per la tradizionale festa nella piazza del municipio, dove le persone si riuniscono per ascoltare i rintocchi della torre dell'orologio con lo scattare della mezzanotte. Polonia: il governo ha esortato i cittadini a restare a casa ed evitare l'uso dei fuochi d'artificio. Il divieto di uscire sarà in vigore tra le 19 di oggi e le 6 del primo giorno dell'anno. È imposto un limite di cinque persone per gli incontri al chiuso e le celebrazioni della vigilia. Grecia: Il governo ha esortato i cittadini a passare la notte in casa. Solo nell'area di Atene 5.000 agenti di polizia monitoreranno il rispetto del coprifuoco notturno dalle 22 alle 5 di domani. «Dopo le 22:00 nessuno - ma proprio nessuno - sarà per strada», ha detto il ministro greco per la protezione dei cittadini, Michalis Chrisochoidis. Unica eccezione per motivi di lavoro o di salute.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio, 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA