Broadway, gli attori pronti a riaccendere le luci dei teatri: «Torneremo»

Broadway, gli attori pronti a riaccendere le luci dei teatri: «Torneremo»
4 Minuti di Lettura
Domenica 14 Marzo 2021, 17:35

Torneranno presto a brillare le mille luci di Broadway. «We will be back». Gli attori che hanno intonato "torneremo" a Times Square,  organizzato a Times Square per commemorare un anno da quando il sipario è calato sui teatri a causa della pandemia, vogliono riprendere al più presto a lavorare. E l'ottimismo comincia a prendere il sopravvento, da quando il presidente Biden ha promesso che entro il 4 luglio il Paese potrà tornare, almeno, a una parvenza di normalità. 

«New York sta tornando a respirare», ha commentato Ryann Redmond, che fino al 12 marzo 2020 recitava nel cast di "Frozen", uno degli spettacoli cancellati a causa della pandemia. "Mrs. Doubtfire" e "Six" hanno confermato il ritorno ale scene. Lo spettacolo "pop-up" è stato uno dei tanti, a New York, organizzati all'aperto per consentire ai lavoratori dello spettacolo di guadagnare qualcosa grazie alla sponsorship di organizzazioni come Broadway Cares/Equity Fights AIDS e NYCNext. 

Per evitare assembramenti non era stato data nessuna pubblicità all'evento, così, quando un gruppo di ballerini
hanno cominciato a danzare sulle note di "On Broadway" di George Benson, solo pochi passanti si sono fermati per applaudire nella piazza fino a un anno fa crocevia del mondo.

L'agognata riapertura era stata prevista prima nel giugno scorso, e poi sempre rinviata. Il governatore dello Stato, Andrew Cuomo - attualmente sotto pressione per le ripetute accuse di molestie, molti chiedono le sue dimissioni - ha annunciato  che i teatri potranno riaprire il 2 aprile a un terzo della capacitàe con un massimo
di 100 persone.

LEGGI ANCHE: Nuda sul palco dei César per protesta contro cinema e teatri chiusi: «Ridateci l'arte»

«Per molte produzioni questo tipo di scenario non è sostenibile dal punto di vista economico», ha spiegato
Charlotte St. Martin, presidente della associazione di produttori e gestori di teatri Broadway League, secondo cui è più realistico puntare all'autunno per una ripresa delle attività lungo la "Grande Strada Bianca", come viene soprannominata Broadway.


La St. Martin ha spiegato che, per finire in pari, uno spettacolo teatrale deve registrare almeno il 75% dei biglietti venduti. Se poi sarà possibile tornare a teatro «tra l'inizio e la metà dell'autunno», come pronosticato in gennaio dall'immunologo Anthony Fauci, gli show dovranno cominciare a mandare avanti la macchina almeno dall'inizio di giugno. Intanto, a dispetto dei 12 mesi di incassi mancati, Broadway ha dato prova di grande resilienza. Solo una manciata di produzioni, tra cui "Frozen" e "Mean Girls", hanno gettato la spugna. Ci sono dunque 31 spettacoli pronti a ripartire dopo l'estate e altri nuovi di zecca tra cui un revival di "Music
Man" e "MJ: The Musical" con musiche e parole di Michael Jackson.

Le riaperture dei cinema in molti stati ora fanno ben sperare. Secondo le speranze di molti, i teatri dovrebbero riaprire dopo il Labor Day, il 6 settembre. Speriamo che anche i teatri italiani, nella stessa situazione, possano fare altrettanto. Anche a Milano, come si vede in queste foto, i lavoratori delo spettacolo protestano e sperano di poter tornare a fare un lavoro preziosissimo: far sognare la gente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA