Brexit, anche la Camera dei Lord approva la legge anti no deal: duro colpo per Boris Johnson

Venerdì 6 Settembre 2019
Brexit, duro colpo a Boris Johnson. Camera dei Lord approva legge anti no deal

L'ipotesi No deal potrebbe essere scongiurata. La Camera dei Lord ha approvato la legge che mira ad evitare l'uscita del Regno Unito senza accordo, già passata mercoledì scorso in prima lettura dalla Camera dei Comuni. Poichè nessun emendamento è stato proposto, non è richiesta una nuova lettura da parte dei Comuni e la norma potrebbe diventare ufficialmente legge al più presto lunedì prossimo, una volta ricevuto il Royal Assent da parte della Regina Elisabetta.

LEGGI ANCHE Brexit, l’Alta Corte britannica: la sospensione del Parlamento è legale

Il progetto di legge era stato presentato da Hilary Benn, del Partito laburista, ed è sostenuto dalle opposizioni e da qualche anima ribelle tra le file dei conservatori. L'intento del provvedimento è quello di scongiurare il rischio della hard Brexit, ossia l'uscita senza accordo dall'Unione Europea prevista per il prossimo 31 ottobre. Se entro il 19 ottobre non verrà trovato un accordo su un'uscita ordinata del Regno Unito dalla Ue la legge impone infatti al neo premier Boris Johnson di chiedere un rinvio di 3 mesi a Bruxelles.

LEGGI ANCHE Brexit, ok della Camera dei Comuni a legge anti no-deal: Johnson battuto. Bocciata la sua mozione per voto 15 ottobre

I brexiters più convinti avevano tentato di presentare due emendamenti contro la proposta, senza successo. Da qualche giorno laburisti e conservatori ribelli avevano infatti trovato un accordo per evitare possibili manovre ostruzionistiche da parte dei sostenitori di Boris Johnson, sostenitore dell'ipotesi No deal.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma