Boris Johnson, le confessioni dell'ex amante Jennifer Arcuri: «Recitava sonetti durante il sesso e non riusciva a frenarsi»

Boris Johnson, le confessioni hot dell'ex amante Jennifer Arcuri: «Sesso e sonetti, ecco gli aneddoti più imbarazzanti»
di Silvia Natella
2 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Marzo 2021, 11:42 - Ultimo aggiornamento: 19:46

«Sesso e sonetti di Shakespeare, i miei 4 anni con Boris Johnson». È la confessione hot di Jennifer Arcuri al Sunday Mirror. L'ex amante del premier britannico ha svelato alcuni retroscena piccanti della sua relazione. Alcuni aneddoti mettono in imbarazzo l'intera Downing Street, mentre cresce la preoccupazione per l'inchiesta sui contratti che da sindaco di Londra le aveva fatto avere come imprenditrice delle nuove tecnologie. Johnson è noto per essere eccentrico e per aver avuto molti figli da donne diverse.

William, incoronato da Google «uomo calvo più sexy al mondo»: battuti Tyson e Jason Statham

Johnson ha intrattenuto una relazione con Jennifer Arcuri mentre era sposato da 25 anni con Marina. L'ex amante racconta per la prima volta la storia d'amore nata nel 2012 e terminata nel 2016. I due si erano conosciuti quando Jennifer, oggi 35enne, era ancora una studentessa. Boris non era solito nascondere l'adulterio: l'abbracciava e la baciava in pubblico e «non riusciva a tenere le mani a posto». A distanza di oltre quattro anni dalla fine della relazione, ecco che spuntano tanti episodi divertenti. All’inaugurazione dei Giochi Paralimpici, il premier si presentò senza i calzini perché li aveva persi in un momento di passione. Inoltre, amava recitare sonetti di Shakespeare durante il sesso. 

 

Alessandro il Grande, come lo chiamava lei, aveva arredato l'appartamento di Londra dove si incontravano con un 
un palo da pole dance. Spesso lo accompagnava durante i viaggi ufficiali a spese dei contribuenti. Una volta uscito a galla l'affaire, la moglie provò a buttarlo fuori di casa più volte, ma il divorzio si concretizzò solo dopo la nascita dell'amore con l'attuale compagna Carrie Symonds. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA