Bolsonaro al record di consensi (nonostante il Covid): popolarità come a inizio mandato

Bolsonaro al record di consensi (nonostante il Covid): popolarità come a inizio mandato
3 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Dicembre 2020, 16:50 - Ultimo aggiornamento: 18:35

La popolarità di Bolsonaro in Brasile è alle stelle: secondo il sondaggio dell'agenzia Datafolha, il presidente ha un consenso pari al 37%. Come al momento della sua elezione, e non è tutto: secondo l'istituto si tratta del valore più alto dall'inizio del suo governo, cominciato nel 2019. Secondo l'indagine il 37% degli intervistati ha una «buona» o «ottima» considerazione del presidente, mentre il 32% lo considera «cattiva o pessima». Al 29% il parere «regolare».

Brasile, Bolsonaro: «Non mi inietterò il vaccino». In Germania superato il milione di casi

Il dato davvero importante, tuttavia, non è tanto che il consenso di Bolsonaro resti alto, ma piuttosto il fatto che neanche la dilagante emergenza Covid abbia scalfito il gradimento dei brasiliani per Bolsonaro. I pareri positivi, tuttavia, sono spesso espressi da persone che non rispettano il distanziamento sociale o che raramente mutano le loro abitudini a causa del coronavirus (54%). Al contrario, solo il 30% di chi rispetta le misure restrittive, ha una buona idea del presidente. «Nel pieno del peggioramento della pandemia da coronavirus, il presidente mantiene la sua popolarità al livello più alto da quando ha iniziato il suo mandato», così riporta il quotidiano Folha de S. Paulo.

Covid, cuoco sopravvive alla Concordia e sconfigge il virus: «Ora offro una maxi cena ai medici»

Nella giornata del 13 dicembre, intanto, Bolsonaro è stato duramente contestato da oppositori e media per quanto riguarda la campagna di vaccinazione anti coronavirus. Infatti, il Brasile è uno dei Paesi più colpiti al mondo e il piano del governo, presentato sabato, secondo alcuni è stato redatto «da incompetenti» perché presenta «notevoli lacune». Mancherebbero, secondo i detrattori, dettagli come le date previste per l'inizio della vaccinazione, sia la modalità prevista per la somministrazione di dosi per almeno il 70% della cittadinanza. Il piano per la vaccinazione anti Covid, che è stato sollecitato dalla Corte Suprema, prevede quattro fasi rivolte alle categorie più fragili, fra cui operatori sanitari, anziani, indigeni brasiliani e insegnanti per un totale di 51,6 milioni di persone (circa il 24% dei 212 milioni di brasiliani).

A questo si aggiunge una dichiarata avversione di Bolsonaro nei confronti dei consigli degli esperti: inoltre recentemente il presidente ha dichiarato che non intende vaccinarsi. «La stupidità omicida del presidente Jair Bolsonaro di fronte alla pandemia di coronavirus ha superato ogni limite», riportano il Folha de Sao Paulo e l'Estado de Sao Paulo, che denunciava «l'incompetenza letale» del governo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA