Bollette, il ministro francese Bruno Le Maire: «Per risparmiare indossate un maglione invece della cravatta»

Le parole di Le Maire hanno però suscitato una reazione furiosa da parte di alcuni elettori francesi

Bollette, il ministro francese Le Maire: «Per risparmiare indossate un maglione invece della cravatta»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 18:55 - Ultimo aggiornamento: 19:21

Sacrifici e cambio di look. Via la camicia e la cravatta, addio allo stereotipo dell'abito elegante. Al lavoro con il maglione a collo alto, anche al ministero. Così il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire ha esortato i dipindenti pubblici e tutti i funzionari del ministero, consigliando anche il resto del paese, per far fronte all'aumento delle bollette. Le Maire ha anche annunciato che non accenderà i riscaldamenti del palazzo a Bercy fino a quando la temperatura non scenderà sotto i 19 gradi. 

Bollette, il maglione per risparmiare

«Non mi vedrete più con indosso una cravatta»: è quanto annunciato oggi dal ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire, il cui obiettivo è dare il buon esempio in materia di risparmi energetici. Questa estate dure critiche si erano abbattute sul dicastero da lui gestito, per l'abbondante uso di aria condizionata. Adesso, dinanzi ai ripetuti appelli alla sobrietà, lanciati dal governo di Parigi, Le Maire intende essere esemplare. «Non mi vedrete più con indosso una cravatta ma con un dolcevita a collo alto. E penso che andrà benissimo così, ci consentirà di risparmiare energia, di dar prova di sobrietà», ha dichiarato ai microfoni di radio France Inter, aggiungendo che il riscaldamento del ministero dell'Economia a Parigi - nel quartiere di Bercy - resterà spento almeno fino a quando il termometro non passerà al di sotto dei 19 gradi. Una direttiva impartita dalla premier, Elisabeth Borne, per l'insieme dei ministeri della Francia.

 

Le parole di Le Maire hanno però suscitato una reazione furiosa da parte di alcuni elettori francesi, in particolare dopo che alle famiglie è stato consigliato all'inizio di quest'estate di non alzare il riscaldamento oltre i 19°C. Nathalie Oziol, membro dell'Assemblea nazionale francese, si è infuriata: «Dodici milioni di persone hanno sofferto il freddo lo scorso inverno, il prezzo del riscaldamento raggiungerà livelli senza precedenti e Bruno Le Maire ride nel suo dolcevita. Il loro disprezzo è insopportabile! Sarebbe bello non prenderci troppo per idioti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA