Traslocano a loro insaputa in un covo di criminali: killer rivali sparano, bimbo ucciso per errore

Lunedì 10 Giugno 2019 di Federica Macagnone
Traslocano a loro insaputa in un covo di criminali: killer rivali sparano, bimbo ucciso per errore

Kamren Jones aveva 11 anni e una sola “colpa”: essere andato ad abitare con la sua famiglia in una casa maledetta del Texas, dove in precedenza diversi criminali si davano appuntamento per i loro loschi affari. Delinquenti pericolosi e abituati a non fermarsi davanti a nulla: quando hanno fatto irruzione in quella abitazione hanno sparato all’impazzata, uccidendo quel bambino che, ricordano i familiari, sapeva scaldare il cuore di tutti con un solo sorriso. La tragedia è avvenuta nella notte di domenica scorsa intorno alle 4.20 del mattino, quando alcuni criminali sono entrati nell’appartamento di Channelview, nella contea di Harris, dove il bambino abitava con i suoi sei fratellini e il padre single Kenyatta Jones.

Coppia di fidanzati resta senza benzina in autostrada: crivellati di colpi da tre ladri
 


I malviventi non hanno guardato in faccia nessuno: sono entrati sparando all’impazzata con un fucile semiautomatico nella stanza dove Kamren dormiva con i fratellini che, fortunatamente, non sono stati colpiti dalla scarica di proiettili. A parte lo spavento, non hanno riportato nemmeno un graffio. Kamren, invece, non si è mai più risvegliato da quella notte d'inferno. «È una tragedia insensata - ha commentato lo sceriffo Ed Gonzales - Questi codardi sono entrati di notte e hanno sparato in una casa dove c’erano diversi bambini. Potevano fare una strage. Faremo tutto il possibile per rendere giustizia a questo bimbo che ha perso la vita in modo così tragico».

Serial killer di Cipro, trovato in una valigia il corpo della quinta vittima
 
Ciò che appare più insensato in questa vicenda è che né Kamren né la sua famiglia avevano legami con quella banda criminale. La famiglia Jones si era trasferito in quell’appartamento da qualche mese e non aveva niente a che fare con gli affari loschi di chi ci abitava in precedenza.  «In passato quella casa era stata più volte segnalata per attività criminali - ha detto Gonzales - L’obiettivo della sparatoria dovevano essere le persone che ci abitavano in precedenza». Al momento non è stato effettuato alcun arresto. Alcuni amici hanno aperto una pagina su GoFundMe per aiutare la famiglia Jones a pagare le spese per il funerale di Kamren. «Qualcuno mi svegli da questo incubo - ha scritto Nina Taylor, zia del piccolo Kamren  - Mi manchi davvero tanto. Sei andato via troppo presto».

Ultimo aggiornamento: 20:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma