Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bimbo di 3 anni gioca a nascondino, finisce dentro la lavatrice e muore per asfissia

Bimbo di 3 anni gioca a nascondino, finisce dentro la lavatrice e muore per asfissia
di Alessia Strinati
2 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Agosto 2019, 18:01 - Ultimo aggiornamento: 19:27

Stava giocando con il fratellino ma il loro gioco è finito in tragedia. Il bimbo di 3 anni era in compagnia del fratello nella loro casa ad Orlando, in Florida, quando ha deciso di nascondersi dentro la lavatrice. Secondo la ricostruzione della polizia il piccolo si sarebbe arrampicato sopra l'elettrodomestico con la chiusura dall'alto, poi la macchina si è chiusa ermeticamente.

Mamma abusa del figlio il giorno del suo primo compleanno fino ad ucciderlo

Ha mal di pancia e vomita: bimbo di 5 anni muore durante la vacanza nell'albergo di lusso
 




Il bambino è rimasto incastrato all'interno del cestello e nessuno lo avrebbe tirato fuori per tempo, così è morto per asfissia. La polizia ha avviato le indagini, ma presumibilmente si tratterebbe solo di un incidente. Il piccolo e il fratellino stavano giocando a nascondino, così il più grande ha creduto solo che si era nascosto molto bene e non ha lanciato l'allarme, quando però sono nati i primi sospetti era troppo tardi.

Gli agenti hanno divulgato la terribile storia del piccolo per lanciare un'allerta alle famiglie chiedendo loro di fare attenzione ai piccoli grandi rischi all'interno delle mura domestiche. «Chiediamo anche ai genitori di parlare con i figli e insegnare loro che lavatrici, asciugatrici e altri apparecchi non sono giocattoli», ha ribadito il capo della polizia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA