Muore a 13 anni durante il parto in ospedale: la piccola era stata violentata dal papà

Martedì 31 Dicembre 2019 di Alessia Strinati
Muore a 13 anni durante il parto in ospedale: la piccola era stata violentata dal papà

Una bambina di 13 anni è morta di parto dopo essere stata violentata e messa incinta da suo padre. La piccola Luana era andata in ospedale lamentando fortissimi dolori addominali e dopo la visita i medici si sono accorti che era incinta. I dottori le hanno indotto il travaglio e sono riusciti a far nascere il bambino, ma per la giovanissima mamma non cè stato nulla da fare.

Padova, morto il bambino scosso dalla madre perché non dormiva

Bimba di due anni muore per sepsi, i genitori pensavano fosse una banale influenza

Ad abusare della piccola è stato il padre, il 36enne Tome Faba. La famiglia della minore, che vive in un villaggio alla periferia di Coari, nello Stato dell'Amazonas, in Brasile, afferma di non aver mai saputo degli abusi, ma ora sono in corso delle indagini, come riporta anche il Mirror. Luana era incinta al settimo mese di gravidanza quando è andata in ospedale, era una ragazza molto piccola, di corporatura esile e il peso della gravidanza le è stato fatale, soprattutto vista la giovanissima età.

Pare che avesse avuto diverse complicazioni, dovute al fatto che non era mai stata seguita da un medico e che viveva in condizioni molto precarie nella zona rurale fuori città. La bambina due mesi fa aveva scoperto di essere incinta, ma non aveva detto nulla a nessuno, pare che ad abusare di lei sarebbe stato il padre, approfittando dei momenti in cui si trovavano da soli per pescare. A denunciare l'accaduto è stata la zia della giovanissima vittima, mentre la mamma di Luana nega che il marito possa aver fatto una cosa simile. 

Ultimo aggiornamento: 20:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma