Bimba di 3 anni cade nel pentolone nella mensa della scuola e muore: il cuoco con le cuffiette non ha sentito le urla

Martedì 4 Febbraio 2020 di Federica Macagnone
1
Bimba cade nel pentolone nella mensa della scuola e muore: il cuoco con le cuffiette non ha sentito le urla

Le sue urla sono rimaste inascoltate, così come quelle del suo fratellino che l’ha vista cadere in quel pentolone pieno di curry bollente in una scuola nel villaggio di Rampur Atari, nell'Uttar Pradesh, in India. Un grido d’aiuto rimasto nel vuoto mentre il cuoco, che stava cucinando le pietanze per i piccoli alunni, continuava ad ascoltare musica nelle cuffiette a pochi metri da lei.

Neonata sfregiata al volto durante il cesareo. I medici: «La bimba non avrebbe dovuto muoversi»

Bimba di 3 anni ingoia una pila e ha la tosse: per i medici è bronchite e la piccola muore dopo una lunga agonia

La bimba, che aveva appena tre anni, è morta dopo aver subìto gravi ustioni su tutto il corpo. Il fratellino, che aveva tentato in tutti i modi di richiamare l'attenzione del cuoco, è uscito correndo per chiamare i soccorsi: gli insegnanti della scuola si sono precipitati ad aiutare la piccola, ma ormai era troppo tardi. Dopo essere stata portata d’urgenza in ospedale, la bimba è morta lunedì. A quanto si apprende dai media locali, la vittima non era un’alunna della scuola ed è ancora da chiarire perché si trovasse a vagare nell’edificio scolastico senza alcun controllo.

In attesa delle indagini, il magistrato distrettuale di Mirzapur Sushil Kumar Patel ha ordinato la sospensione del preside della scuola: «Sono stato informato della tragedia. Sono in attesa del rapporto del Block Education Officer. Ci saranno delle conseguenze anche sulla base del fatto che la bambina non era un'alunna della scuola».

Non è la prima volta che un bambino muore in una scuola indiana a causa dello stato di abbandono in cui sono lasciati talvolta i piccoli. A novembre dello scorso anno, in un incidente simile, un bimbo di 3 anni era morto dopo essere caduto in un pentolone di cibo bollente nel distretto di Telanga Ranga Reddy. Un caso analogo avvenne nel 2013, quando Anusha Ashwathappa, 6 anni, si precipitò fuori dalla classe e finiì in un pentolone di cibo: fu portato in ospedale dal preside, ma i medici non riuscirono a salvarlo: morì per ustioni sul 70% del corpo.
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 13:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani