DONALD TRUMP

Usa, Biden: «Vittoria schiacciante, Trump non rispetta volontà del popolo». E Putin si congratula

Martedì 15 Dicembre 2020
Usa, Biden: «Vittoria schiacciante, Trump rispetti la volontà del popolo»

I 538 "grandi elettori" dei 50 Stati americani e della capitale hanno messo il sigillo, senza sorprese, sulla vittoria di Joe Biden e di Kamala Harris. Il presidente dem ha incassato 306 voti, gli stessi che incoronarono nel 2016 Donald Trump, che ora non ha superato i 232. «La vittoria è chiara», «la volontà del popolo ha prevalso», ha detto Joe Biden, invitando l'avversario a riconoscere la sconfitta. Prime crepe tra i repubblicani con diversi esponenti del Gop che incoronano Biden invitando a rispettare il processo costituzionale. Donald Trump ha intanto silurato via Twitter il ministro della Giustizia William Barr.

​Biden eletto presidente: «È tempo di voltare pagina, di unirsi e riconciliarsi»

«Insieme, io e la vicepresidente eletta Kamala Harris abbiamo guadagnato 306 voti», ha ricordato, sottolineando di aver vinto con lo stesso margine ottenuto nel 2016 da Donald Trump, che lo definì una «vittoria schiacciante». «Questa elezione è stata la più chiara dimostrazione della vera volontà del popolo americano», ha proseguito.

Video

 

Biden: «Trump non rispetta la volontà del popolo»

Nel suo discorso alla nazione, Joe Biden ha accusato Donald Trump e la sua campagna di aver «presentato decine e decine di ricorsi legali, tutti giudicati senza merito», compreso l'ultimo alla Corte suprema, che ha mandato «un chiaro segnale». «È una posizione così estrema che non abbiamo mai visto prima, una posizione che ha rifiutato di rispettare la volontà del popolo, dello stato di diritto e di onorare la nostra Costituzione», ha detto criticando anche gli attorney general dei 17 Stati e i 126 repubblicani che hanno sottoscritto il ricorso del Texas bocciato dal massimo organo giuridico americano.

Sottolineando che Donald Trump definì nel 2016 una «vittoria schiacciante» i suoi 306 voti del collegio elettorale, Joe Biden ha detto che, se quel risultato (identico ora al suo) costituì una chiara vittoria, vuole «suggerire rispettosamente» che il presidente uscente ora accetti la sua vittoria quest'anno.

 

Putin si congratula: «Pronto a collaborare»

Il presidente russo Vladimir Putin si è congratulato con il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden, dopo che il Collegio elettorale ha certificato la vittoria del democratico al voto del 3 novembre scorso. Lo ha reso noto il Cremlino, secondo cui Putin ha detto di essere pronto «a collaborare» con Biden.

Secondo quanto riferito dal Cremlino, Putin ha inviato un telegramma a Biden nel quale ha espresso fiducia nel fatto che Russia e Stati Uniti, che hanno una responsabilità speciale per la sicurezza e la stabilità globali, possano davvero contribuire, nonostante le differenze, a risolvere molti dei problemi e delle sfide che il mondo deve affrontare. «Sono pronto a collaborare», ha assicurato il presidente russo.

Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio, 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA