Beto O'Rourke, l'Obama bianco: «Potrei correre per la presidenza»

Martedì 27 Novembre 2018
Potrebbe scendere in campo per la prossima corsa alla Casa Bianca Beto O'Rourke, l'astro nascente del partito democratico. L'Obama bianco, come è stato ribattezzato da molti, per la prima volta non ha escluso di candidarsi alle primarie del partito. Lo aveva sempre negato durante la campagna elettorale per il seggio del Senato in Texas, mentre ora per la prima volta Beto ha detto se non proprio un , almeno un ni. A 46 anni, O'Rourke è diventato uno dei personaggi più popolari della politica americana, conosciuto in tutti gli Stati Uniti per una sfida elettorale che alla fine, a dire il vero, si è conclusa con una sconfitta. Ma aver perso di pochi punti percentuali contro il favoritissimo Ted Cruz, mettendone in dubbio fino all'ultimo la vittoria, in uno Stato da sempre inaccessibile per qualunque concorrente democratico, è considerato comunque un successo. 

«Io e mia moglie Amy stiamo pensando a molte cose e abbiamo deciso di non escludere nulla», ha affermato O'Rourke parlando ad un evento ad El Paso, una chiara inversione di marcia rispetto a tutte le precedenti dichiarazioni in cui aveva chiaramente detto di non essere interessato a correre per le presidenziali del 2020. «Penseremo a cosa fare in futuro e a come dare nel migliore dei modi il nostro contributo», ha aggiunto Beto: «Il miglior consiglio che ho ricevuto da gente che ha corso e vinto è di non prendere alcuna decisione su niente fino a che non sei stato un po' di tempo con la tua famiglia provando a vivere una vita normale. E io sto seguendo questo consiglio». In campo democratico a temere di più la discesa in campo per il 2020 di Beto sono i possibili candidati più progressisti come la senatrice Elizabeth Warren.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani