Lascia i figli da soli nella vasca da bagno per andare a fumare: bimbo di 11 mesi muore annegato

Giovedì 16 Gennaio 2020 di Federica Macagnone

Voleva del tempo per sé, lontano dalle responsabilità, dimenticando di essere una madre. Adesso Lindsee Louise Leonardo, 32 anni, dovrà rispondere di omicidio di primo grado per la morte del suo bimbo di 11 mesi, lasciato da solo con la sorellina di 23 mesi nella vasca da bagno piena d’acqua della loro casa in Tennessee.
 
Papà uccide il figlio di 11 mesi: «Esco a prendere il latte» e lo getta dal ponte
Ubriaca si addormenta sul figlio di un mese e lo uccide: i giudici la scarcerano
Mamma 18enne uccide la bimba neonata perché «la maternità non ha soddisfatto le sue aspettative»

La donna si era allontanata lasciando i figli incustoditi perché voleva stare da sola, fumarsi una sigaretta e ascoltare musica. Lindsee ha raccontato di essersi assentata per dieci minuti: quando è tornata, Aiden Leonardo era immerso con la faccia in giù e non respirava. La madre gli ha praticato un massaggio cardiaco e ha chiamato i soccorsi: quando i medici sono arrivati a casa sono riusciti a riavviare il battito cardiaco del bimbo e lo hanno portato all'East Tennessee Children's Hospital, dove è rimasto in condizioni critiche fino a venerdì, quando il suo cuore ha smesso di battere. La sorellina sta bene e pare non si sia resa conto della tragedia che stava avvenendo sotto i suoi occhi.
 
Lindsee è stata arrestata in attesa dell’udienza fissata per il 21 gennaio: la sua cauzione è stata fissata a 250mila dollari. Già in passato era stata accusata per abusi su minori, ma i piccoli erano rimasti a vivere con lei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi