Bambino di tre anni ingoia una pila: esofago e trachea ustionati dall'acido

Gran Bretagna, bambino di tre anni ingoia una batteria: danneggiate dall'acido trachea e esofago
3 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Settembre 2021, 22:00 - Ultimo aggiornamento: 4 Settembre, 11:15

Un bambino di tre anni ha sfiorato la morte dopo aver ingoiato una batteria. Il piccolo Ralphie è stato sottoposto a tre ore di intervento chirurgico per rimuovere la pila. Adesso il bambino è alimentato con un tubicino avendo subito seri danni alla trachea e all'esofago per l'acido presente nella batteria.

Una piccola batteria a forma di bottone ha rischiato di uccidere Ralphie. Il tragico incidente è accaduto a Watford nell'Inghilterra del Sud. Hollie Phillips, di 27 anni, madre del piccolo e organizzatrice di eventi di beneficenza pensava che il figlio avesse mangiato dei cereali caduti a terra. Il bambino pochi minuti dopo ha però iniziato a piange e a vomitare, a quel punto la donna ha capito che si trattava di qualcosa di molto più serio. Arrivati in ospedale Ralphie è stato sottoposto a una tac che ha evidenziato la presenza di una batteria a forma di bottone bloccata nella trachea.

Così, nel giorno del suo compleanno, il piccolo è stato operato d'urgenza. I medici sono riusciti a intervenire e a estrarre la batteria appena in tempo per salvare la vita al bambino.

Le parole della mamma

«Ho rischiato di passare dalla pianificazione del primo compleanno di mio figlio al suo funerale. Quando eravamo in ambulanza ha perso conoscenza e di morire tra le mie braccia», ha raccontato la mamma di Ralphie. «Se fossero trascorsi dieci o quindici minuti in più, forse non ce l'avrebbe fatta», ha proseguito.

Bimbo di 5 anni picchiato a morte e gettato nel fiume in Galles: arrestato il patrigno, denunciata la madre

L'operazione

La batteria è stata rimossa dai medici nelle prime ore dello scorso 26 agosto. «Aveva perso colore ed era diventato quasi grigio», ha raccontato ancora.. «Non pensavo di avere queste batterie in casa ma sono presenti in molti giocattoli. Non sono ben nascoste e possono arrivare in mano ai bambini», ha concluso.

Bambino di 9 anni muore punto da una cubomedusa (uno degli animali più velenosi al mondo)

Il rischi per i bambini

L'auspicio della madre adesso è quello che la storia di Ralphie metta in guardia gli altri genitori a tener lontano i bambini dagli oggetti che hanno batterie a bottone. «Purtroppo sono in molti giocattoli e lo sportellino non richiede un cacciavite per essere aperto. Questo è molto preoccupante», ha concluso la madre di Ralphie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA