Bimba costretta dai genitori a prostituirsi salvata dalla polizia. E lei scrive un messaggio: «Scusa mamma»

Giovedì 26 Settembre 2019
Bimba costretta dai genitori a prostituirsi salvata dalla polizia. E lei scrive un messaggio: «Scusa mamma»

«Scusa, mamma». È questo il messaggio straziante scritto da una bambina di 12 anni dopo esser stata portata via dalle autorità. La polizia ha scoperto che la piccola veniva fatta prostituire dai genitori nella sua casa a Malappuram in India e si teme che la ragazza sia stata abusata da almeno 30 uomini in due anni. I dettagli di questa terribile esperienza erano emersi durante delle sessioni di consulenza fatti da degli assistenti sociali della scuola. Secondo il consigliere della Procura, che ha parlato con il Times of India, la piccola si è persino sentita «colpevole» per il fatto che la presunta fonte di reddito familiare fosse stata fermata.

Roma, scoperta casa d'appuntamenti al Casilino: 36enne sorpresa dalla polizia con il cliente
Mamma rapisce al suo ex la figlia di 4 anni e la vende a un pedofilo

Il padre della bambina era disoccupato e secondo quanto riferito, è stato arrestato domenica sera, mentre la madre continua a negare le accuse contro la famiglia e ha chiesto il ritorno di sua figlia. La ragazza aveva lasciato più di una dichiarazione alle autorità indiane. «Ha iniziato a piangere quando le è stato chiesto cosa stesse succedendo a casa. Ha detto che la sua famiglia, inclusa una nonna malata, aveva un disperato bisogno di soldi e che non erano nemmeno stati in grado di pagare l'affitto».
 


«Era preoccupata che la famiglia si trovasse in una crisi finanziaria più profonda se suo padre fosse stato arrestato. La ragazza non sembrava nemmeno rendersi conto d'essere stata abusata e sfruttata per così tabnto tempo». I vicini hanno affermato di aver sospettato che "qualcosa di discutibile" stesse accadendo nell'appartamento di Malappuram. Una donna ha detto di aver sentito una bambina piangere e di aver visto uomini venire a casa ma non aveva voluto interferire. Apparentemente la ragazza aveva iniziato a saltare la scuola e la sue condizioni di salute stavano peggiornado visibilmente. Alla fine, un vicino ha avvisato le autorità scolastiche e la giovane è stata invitata a delle sessioni di consulenza. Da allora è stata portata in una casa di accoglienza. Da allora, un esame medico ha confermato che la ragazza è stata violentata, secondo i media locali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA