Bali, abbandonato in un pozzo per 4 giorni: nessuno lo aiuta perché lo credono un fantasma Video

Giovedì 11 Giugno 2020 di Alix Amer

Hanno udito per quattro giorni delle grida provenire da un grande pozzo, ma, spaventati, gli abitanti di un villaggio nella provincia di Bali le hanno ignorate pensando si trattasse di un fantasma. E invece erano quelle di Jacob Roberts, 28 anni, inglese, caduto nella fossa a soli 600 metri dalla casa dove alloggiava.
 

 

Solo quando un contadino, Wayan Suwiji, 57 anni, ha costretto il nipote a verificare di chi fossero quei lamenti hanno scoperto l’accaduto: il 28enne era bloccato nel fango a metri di profondità con varie fratture.

La famiglia ha raccontato come hanno tentato di aiutarlo lanciandogli biscotti e acqua, corde e scale, ma Jacob era troppo debole per uscire da solo. Anche gli abitanti del villaggio si sono precipitati sul posto con torte e acqua per tenerlo in vita fino all’arrivo dei soccorritori.

Jacob, di Aylesbury, Inghilterra, si era trasferito a Bali prima del blocco Covid e stava lavorando a distanza dall’isola paradisiaca. Tutto andava bene fino a quando qualche giorno fa per fuggire da un feroce cane, una razza che vaga per l’isola di cui in molti hanno paura, è precipitato nella gigantesca buca. Più precisamente stava camminando vicino a Jalan Belimbing Sari, Banjar Tampias, quando è caduto in una vasca, una fonte d’acqua dismessa della comunità. Per portarlo in salvo sono servite altre 48 ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA