Selfie tragico: babysitter 19enne spara con una pistola e colpisce bimbo di 10 anni Video

Venerdì 28 Febbraio 2020 di Federica Macagnone
1
Voleva postare un selfie con la pistola in mano per poi mostrarlo agli amici. Caitlyn Smith, 19 anni, si è passata l'arma da una mano all’altra cercando l’angolatura perfetta, noncurante di avere di fronte il nipotino di 10 anni di cui si avrebbe dovuto prendersi cura: è bastato poco perché partisse un proiettile che ha colpito allo stomaco il piccolo. Una follia per la quale il bimbo adesso lotta tra la vita e la morte in un letto di ospedale di Houston, in Texas.




 
La ragazza stava facendo da babysitter al piccolo quando ha visto la pistola che era stata lasciata incustodita: l’ha presa e ha iniziato a giocarci cercando di scattarsi il selfie perfetto. Mentre si metteva in posa, però, ha esploso accidentalmente un colpo che ha colpito il bimbo.
 
«C'era un'arma lasciata incustodita in casa - ha detto lo sceriffo della contea di Harris Ed Gonzalez – La ragazza ha recuperato quell'arma per scattare foto, e mentre si fotografava è esploso un colpo». Il bambino è stato portato di corsa in ospedale: secondo quanto riferito da Gonzalez le sue condizioni sono critiche. «Non sono stati colpiti organi vitali. Dovrebbe farcela. Mai a nessun bambino dovrebbe succedere una cosa del genere».
 
Smith è stata arrestata e accusata di lesioni su un bambino, mentre la polizia indaga per capire di chi fosse la pistola lasciata incustodita.  Una donna, il cui figlio frequenta la stessa scuola del piccolo ferito, ha commentato: «Quello che è successo è davvero triste. Tirare fiori una pistola davanti a un bambino è folle».
  Ultimo aggiornamento: 23:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi