Australia sotto choc per il caldo record: black-out, animali morti e frutta bruciata

Lunedì 28 Gennaio 2019 di Francesco Padoa
3
I cavalli morti nel nord dell'Australia

Continua l’ondata di caldo torrido che sta mettendo in ginocchio l’Australia. All’inizio di questo mese, nel Nuovo Galles del Sud, la temperatura più bassa registrata durante il giorno è stata di 97 gradi fahrenheit (36 Celtius). Ad Alice Springs, una città nel Northern Territory del Paese, i termometri hanno raggiunto per il 14° giorno consecutivo una temperatura sopra i 41 gradi. La scorsa settimana la città di Adelaide ha raggiunto il suo picco con 46,2 gradi, superando l’ultimo record segnato nel 1939.

Il servizio di emergenza statale australiano ha dichiarato che l’ondata di calore è una minaccia per la sicurezza pubblica, poiché un numero crescente di australiani ha chiamato le ambulanze e si è recato negli ospedali di Adelaide per malattie associate al calore. I blackout elettrici della durata di oltre due ore hanno colpito circa 200.000 persone nello stato di Victoria a causa dell’elevatissima domanda per l’uso di condizionatori. In una pozza d’acqua prosciugata nell’estremo nord dell’Australia, novanta cavalli selvaggi sono stati trovati morti o morenti. Nelle città del sud-est, le interruzioni di corrente hanno oscurato i semafori e i centri commerciali, gli impiegati e i pendolari sono rimasti esausti e avvizziti.

LEGGI ANCHE L'Orologio del giudizio a 2 minuti dalla "mezzanotte", l'ora simbolica dell'apocalisse: ecco perché

Nei giorni scorsi gli scienziati hanno temuto che forti raffiche di vento e fulmini potessero scatenare incendi. E infatti a decine ne sono divampati, più di 50 in tutta la Tasmania dove alcune case sono state distrutte. E pensare che questa zona è solitamente un posto più temperato: in estate i turisti vengono qui per sfuggire al calore delle città. «La gente sta cercando di fare il soldato», ha detto Elizabeth Hanna, ricercatrice del Climate Change Institute della Australian National University. «Il governo federale che abbiamo al momento è guidato da gente che nega il cambiamento climatico», dice, aggiungendo che il primo ministro Scott Morrison ha fatto infuriare gli australiani quando ha detto che «dovremmo pregare per la pioggia». L’Australia è stata una delle prime nazioni al mondo ad avere una tassa sul carbonio, «ma quando abbiamo avuto un cambio di governo, hanno invertito la situazione e, naturalmente, le nostre emissioni sono aumentate», ha detto Hanna.

A Melbourne, le rotte del tram sono state ridotte per risparmiare energia, le piscine pubbliche sono state invase e le persone che potevano arrivare all’aria condizionata lo facevano. «Siamo morti oggi», ha detto Nicole Smith, che lavora in un bar nel sobborgo di Collingwood. «Ovviamente tutti hanno ordinato pasti in ufficio perché non vogliono uscire». A Elizabeth North, una città a nord di Adelaide, il Red Lion Hotel prometteva birra gratis se la temperatura avesse raggiunto i 45 gradi Celsius (113 gradi Fahrenheit). «Tutti i nostri frigoriferi continuavano a spegnersi», ha detto preoccupato il proprietario di un pub. «Mi sento male», una signora, andando a casa con un ombrello per ripararsi dal sole.

Questo mese, i frutticoltori dell’Australia Meridionale hanno riferito che i noccioli delle pesche e delle nettarine erano diventati così caldi da bruciare la frutta dall’interno. A novembre un’ondata di calore estremo aveva ucciso oltre 23.000 pipistrelli, quasi un terzo della specie in Australia. Secondo il Bureau of Meteorology del governo le precipitazioni sono diminuite nel sud e ci sono state ondate di calore più lunghe e frequenti. «C’è stato un aumento a lungo termine delle condizioni meteorologiche estreme e si è ampliata la stagione degli incendi, in molte parti dell’Australia», si legge in un recente rapporto. David Rissik, vice direttore del National Climate Change Adaptation Research Facility ha spiegato che «il fatto che abbiamo avuto incendi in luoghi che tradizionalmente non bruciano, come le foreste pluviali, penso sia davvero qualcosa di clamoroso che ci deve far pensare».

Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre, 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA