Ikea compra 4mila ettari di foreste in Georgia per salvare alberi e tartarughe in via d'estinzione

Mercoledì 27 Gennaio 2021
Ikea compra 4mila ettari di foreste in Georgia per salvare alberi e tartarughe in via d'estinzione

Ikea, il colosso svedese dell'arredamento, ha da tempo a cuore la tutela dell’ambiente così di recente ha acquistato una foresta di 4.000 ettari, nello stato americano della Georgia, con lo scopo di impedirne lo sfruttamento. Habitat della preziosa tartaruga gopher (Gopherus polyphemus), considerata in pericolo, la foresta ora di proprietà di Ikea sarà gestita in collaborazione con The Conservation Fund, un’organizzazione no-profit che ha protetto oltre 8 milioni di acri di foreste negli Stati Uniti.

Un sistema di reti per fermare gli attacchi degli squali: polemiche in Sudafrica

Con l'acquisto di questi 11mila acri in Georgia Ikea potrà gestire direttamente il legname, scongiurando così traffici illeciti e abbattimenti illegali. Dopo le accuse degli anni passati (che hanno portato tra l’altro alla sospensione della certificazione FSC per aver utilizzato legno derivante dall’abbattimento di migliaia di ettari di foreste) arriva insomma per la multinazionale svedese dell’arredamento il momento buono per dimostrarsi in grado di far fronte alle promesse fatte. La sua ultima mossa è dunque questo grosso acquisto in Georgia che sarebbe andato perso a causa della progressiva deforestazione. Per garantire che rimanga intatta e funzioni per aspirare CO2 dall’atmosfera, la foresta è stata acquistata come parte di una strategia per ridurre più carbonio di quanto crea attraverso la sua catena del valore.

Squali, orchidee, anfibi: le specie estinte nel 2020. Altre 3.500 rischiano di scomparire dal pianeta

Il colosso dei mobili non è nuovo a questo tipo di operazioni. Basti sapere che il gruppo Ikea possiede circa 250 mila ettari di terreno forestale in Europa e negli Stati Uniti di Georgia, Carolina del Sud, Alabama, Texas e Oklahoma. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA