Allarme Ocse sulla crescita mondiale: 1 bambino su 7 vive in povertà

Martedì 19 Novembre 2019

 Un bambino su sette nei Paesi dell'area Ocse vive in povertà, ma rispetto alla media dei Paesi industrializzati l'Italia si piazza su percentuali più alte, con circa 1 bambino su 6. È quanto emerge dal rapporto Ocse “Cambiare le probabilità per i bambini vulnerabili: costruire opportunità e resilienza”, da cui emerge che dalla crisi del 2008 la condizione infantile è peggiorata in due terzi dei Paesi Ocse. In base al rapporto, il Paese in cui la percentuale di bambini poveri è più alta è la Cina (oltre il 30%), quello in cui è più bassa è la Danimarca (circa il 2,5%).

Sul fronte della crescita del Pil dell'area Ocse, viene segnalato un marginale rallentamento nel terzo trimestre rispetto ai precedenti,  a +0,3% da +0,4%. La frenata più vistosa, tra le maggiori economie, è quella del Giappone che segna +0,1% dopo +0,4%. La crescita è rimasta stabile negli Usa (+0,5%), Francia (+0,3% per il terzo trimestre consecutivo) e Italia (+0,1% per il quarto trimestre consecutivo). Hanno segnato un rimbalzo il Regno Unito (+0,3%) e la Germania (+0,1%), dopo avere segnato -0,2% nel secondo trimestre. La crescita è poi rimasta stabile allo 0,2% nell'area euro ed è migliorata a +0,3% da +0,2% nella Ue.

LEGGI ANCHE...> OCSE, frena la crescita del G7 nel 3° trimestre

Su base annua, la crescita del Pil dell'area che riunisce i 36 Paesi industrializzati è rimasta stabile all'1,6%. Tra i sette maggiori Paesi, gli Usa hanno segnato il primato in questo caso con +2% (da +2,3% nel secondo trimestre), mentre l'Italia è maglia nera con il livello di crescita annuale più basso, pari a +0,3% nel terzo trimestre da +0,1% nel precedente ). Non va benissimo neppure la Germania, che registra +0,5% (dopo +0,3), mentre la Francia segna +1,3% (dopo +1,4%). Il Regno Unito è all'1% (dopo +1,3%) e il Giappone all'1,4% (dopo +0,8%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma