NAVALNY

Navalny, il governo tedesco: «È probabile sia stato avvelenato, si riprenderà»

Lunedì 24 Agosto 2020
Navalny, il governo tedesco: «Probabile sia stato vittima di attacco con il veleno»

Il governo tedesco ritiene che sia «abbastanza probabile» che Alexei Navalny sia stato avvelenato. Lo ha detto oggi in una dichiarazione alla stampa il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert. «Si tratta di un paziente che probabilmente è stato vittima di un attacco con il veleno», ha affermato parlando dell'oppositore russo che da sabato scorso si trova ricoverato a Berlino da dove è stato trasferito dall'ospedale in Siberia dove è stato portato giovedì a seguito del sospetto avvelenamento. Seibert ha fatto riferimento al fatto che Navalny sia stato molto probabilmente avvelenato per giustificare le misure di sicurezza adottate dalla polizia tedesca per la sua protezione.

«Sono soltanto i medici e la famiglia di Navalny a poter fornire le notizie sulle sue condizioni di salute e su cosa può essere accaduto - aggiunge Seibert -. La nostra richiesta è che vi sia piena trasparenza. Aspettiamo le constatazioni dei medici».

Navalny era sorvegliato durante viaggio in Siberia. «Sapevamo di essere seguiti»

Il dissidente russo resta in condizioni gravi, ma i medici tedeschi che da sabato l'hanno in cura sono certi che si salverà. Lo ha affermato il direttore sanitario dell'ospedale di Omsk, Aleksandr Murakhovsky, che ha citato una lettera ricevuta dai medici tedeschi dell'ospedale della Charitè di Berlino, dove il dissidente è ricoverato da due giorni. «Ieri abbiamo ricevuto una replica dalla clinica, in cui ci hanno ringraziato e detto che Alexey Navalny era in condizioni gravi ma stabili. I colleghi tedeschi ci sono grati e non hanno dubbi che la vita del paziente sarà salvata», ha detto ai giornalisti Murakhovsky, secondo quanto riferito dall'agenzia 'Sputnik'.

Navalny, aereo partito per la Germania. Dottoressa: «Perso tempo per cancellare tracce veleno»

Navalny, subito dopo il malore, è stato ricoverato all'ospedale di Omsk, in Siberia e poi trasferito a Berlino.Ora Navalny, conferma il portavoce della Merkel, è stato posto sotto la protezione dall'Anticrimine federale tedesco BKA. 

«Quanto accaduto a Navalny è simile a casi che hanno visto coinvolte altre persone critiche verso l'operato delle autorità. Navalny stesso era stato molto male durante un periodo di detenzione amministrativa. Su nessuna di queste vicende sono mai state aperte indagini». Lo ha affermato su Twitter Amnesty Italia a proposito del sospetto avvelenamento del dissidente russo al momento ricoverato a Berlino.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA