Studentessa 21enne accoltellata a morte: era andata in Olanda dopo il suicidio del fratello

Sara Papenheim
1 Minuto di Lettura
Venerdì 14 Dicembre 2018, 20:43 - Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre, 00:18

Accoltellata  a morte a 21 anni in Olanda dove era andata a studiare Psicologia per affrontare il dolore per il suicidio del fratello maggiore. Terribile la fine di Sara Papenheim, studentessa del Minnesota dove era anche assai conosciuta e apprezzata per le sue performance alla batteria: la giovane è stata trovata morta nella camera dello studentato di Rotterdam, la città dove abitava da un paio di anni. La polizia ha già fermato un coetaneo che abitava nello stesso complesso per studenti: la sua cattura, nella stazione ferroviaria di Eindhoven, è stata filmata e diffusa dalla rete Rtl.

 



Sara Papenheim aveva deciso di studiare Psicologia all'università Erasmus dopo che nella sua famiglia era stata pianta la morte del fratello maggiore Josh, che si era tolto la vita due anni fa. 




Una tragedia che l'aveva spinta a lasciare il Minnesota nonostante il successo che stava riscuotendo come batterista rock al punto che JallyBean Johnson, già nella band di Prince, l'aveva presa sotto la sua ala soprannominandola "Thumper". Lui e altri musicisti hanno adesso allestito una raccolta di fondi, riporta il NL Times, per aiutare la famiglia di Sara nelle spese per il rimpatrio della salma.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA