Il trucco che verrà. Alternanza di aspetti estremamente sobri o stravaganti

Make up di Jean Paul Gaultier, Dior, Marni e Kenzo
2 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Ottobre 2012, 18:04 - Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 16:34

ROMA - Per conoscere le tendenze del make up della prossima stagione basta dare uno sguardo alle passerelle primavera estate 2013. Per gli occhi, si prediligono tratti grafici multicolor o con effetto tie-die. Per le labbra, invece, la scelta è tra due diversi look: una bocca ultra nude o rosso fuoco. I volti suggeriscono questa alternanza di aspetti deliziosamente sobri o estremamente stravaganti: prendete l’ispirazione per imparare le combinazioni che tra pochi mesi diventeranno d’obbligo. Jean Paul Gaultier punta su una bocca rosso fuoco che spicca su una carnagione senza difetti, ciglia e sopracciglia XXL, per look decisamente glamour. Labbra da pin-up anche per Carlos Miele, con una spolverata di blush color pesca sulle guance: abbinamento da evitare se si ha la bocca troppo piccola. Dior, per un gioco di stravaganze, nasconde la modella-sirena dietro a pietre e ombretto azzurri e blu: il make up diventa una maschera di eleganza.

Colori cerulei per Monique Lhuillier, turchese intenso sulla palpebra e sfumato verso le sopracciglia, che viene illuminato con un tocco dorato all’interno dell’occhio. Marni fa sfilare delle bambole, senza alcun segno di stanchezza sul viso e dall’aspetto adolescenziale: un po’ fard rosa sulle guance, un balsamo trasparente sulle labbra e una carnagione opalescente. Effetto «ragazza della porta accanto» per Diane Von Fürstenberg, un trucco semplice, fresco e soprattutto discreto. Per esaltare lo sguardo niente di meglio di un eyeliner dal colore luminoso intorno all’occhio, rinforzando il mascara per aumentare l’effetto d’ingrandimento. Kenzo sceglie un giallo acceso, che preannuncia i giorni di sole della bella stagione, Michael Kors il blu cielo, Fendi stende sotto la palpebra, dall’interno, un tratto giallo che si trasforma in celeste e termina in nero. Tante varianti, dunque, per un'unica grande tendenza: il colore sopra a tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA