ROMA

Roma chic, Gucci ai Capitolini e Fendi a Piazza di Spagna

Venerdì 24 Maggio 2019 di Costanza Ignazzi

Non solo Milano e Parigi: anche Roma sale in passerella e diventa palcoscenico per i défilé della bella stagione. E se le precollezioni sono sempre l'occasione per allestire eventi spettacolari con destinazioni inedite (Dior ha sfilato a Marrakech e Giorgio Armani sarà oggi a Tokyo), Gucci ha scelto i Musei Capitolini per presentare, martedì prossimo, la sua Cruise 2020. Alessandro Michele torna alla base, la Roma dove è nato e nella quale ha mosso i primi passi nel mondo della moda, già in passato protagonista delle sue campagne (come dimenticare le giraffe al pascolo nel Parco degli Acquedotti nel 2017 e la Roman Rhapsody del 2018?).

Gucci punta su Roma, la nuova collezione Cruise sfilerà ai Musei Capitolini e finanzierà il recupero della Rupe Tarpea

LE ANTICHITÀ
Il 28 maggio i modelli Gucci sfileranno tra le statue di quello che viene considerato il primo museo al mondo: perché la creatività per il designer romano è il risultato della contaminazione tra passato e presente. Non a caso la maggior parte delle location scelte per le collezioni e gli spot degli ultimi anni trasuda antichità: dalla necropoli di Alyscamps ad Arles alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti, passando per le immagini della prefall ambientate tra le rovine di Selinunte, in Sicilia.
Una storia millenaria, quella di Roma, che Gucci intende valorizzare anche attraverso un contributo, nel corso dei prossimi due anni, al recupero della Rupe Tarpea, la parete rocciosa sul lato meridionale del Campidoglio dalla quale, secondo la tradizione, venivano gettati nel Foro Romano i traditori della Patria condannati a morte che in tal modo venivano simbolicamente espulsi dall'Urbe. Oggi la rupe di tufo, scolpita e scavata nel corso dei secoli è a rischio crollo e necessita di manutenzione per preservare uno spazio naturale unico al mondo.

IL SODALIZIO
Un gesto d'amore per Roma e un nuovo esempio di mecenatismo in salsa modaiola dopo quello di Fendi, che finanziò il restauro della Fontana di Trevi, e che tornerà a Roma il prossimo 4 luglio con una sfilata in onore di Karl Lagerfeld. Nella scenografica cornice di Piazza di Spagna scenderanno in passerella, ha spiegato il patron del gruppo Lvmh Bernard Arnault, «tutte le creazioni emblematiche pensate per Fendi, di cui Karl era l'anima». Un regalo per il compianto direttore creativo, il cui sodalizio con la maison è durato 54 anni, fino alla sua morte lo scorso febbraio. Ma anche per Roma, che mai come quest'anno sembra tornare al centro della scena fashion con il suo fascino millenario di teatro a cielo aperto.
 

Ultimo aggiornamento: 09:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma