Gucci, la nuova campagna #Sodeertome tra cerbiatti, puzzole e conigli (come in una fiaba)

Mercoledì 29 Aprile 2020 di Costanza Ignazzi
c

Cerbiatti, coniglietti, un piccolo riccio e perfino una puzzola: è il quadro più bucolico che ci sia quello della nuova campagna pre-fall di Gucci dove, sulle note di “Some Velvet Morning”, i coloratissimi modelli si dondolano sulle altalene e si arrampicano su giochi che i figli degli anni Ottanta ricordano bene. Un'ode all'infanzia come tempo magico di armonia con il creato, innocenza e spontaneità, che Alessandro Michele ha rievocato nella collezione autunno-inverno 2020 (ricordate i portamerenda, i look da scolaro e l'hashtag #Ravelikeyouarefive?).

Coronavirus, da Gucci due milioni e un crowdfunding: ''We are all in this together''

Un periodo incantato in cui si credeva ancora alle favole: tanto che la campagna, diretta da Christopher Simmonds con la fotografia e regia di Alasdair McLellan, sembra quasi una fiaba in cui Biancaneve potrebbe spuntare da un momento all'altro inseguendo Bambi. Ed è Cappuccetto Rosso ad arrampicarsi su una roccia avvolta nel suo classico mantello: ai suoi piedi si radunano tutti gli animali del bosco.

Per ognuno di loro Gucci, che nel febbraio 2020 ha aderito a The Lion's Share Fund, dona lo 0,5% della spesa mediatica: un passo in più dopo la scelta di essere carbon neutral lungo tutta la sua catena di fornitura. #Sodeertome, un gioco di parole ma anche un impegno concreto a favore della natura, che ci chiama invitandoci a godere delle cose semplici della vita. Perché con un pizzico di immaginazione possiamo tornare bambini e arrampicarci sui giochi con ai piedi un paio di stivaletti luccicanti. 

 

Ultimo aggiornamento: 19:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA